Grassadonia nel post Spezia: “Punto che dà fiducia. Da oggi abbiamo cambiato pelle”

Quarto pareggio di fila per i rossoneri impegnati nel pomeriggio a La Spezia contro la squadra di Pasquale Marino

Quarto pareggio di fila per il Foggia di Gianluca Grassadonia impegnato nel pomeriggio a La Spezia contro la squadra di Pasquale Marino. Il match, terminato a reti bianche, è iniziato a ritmi alti con i padroni di casa da subito alla ricerca della rete del vantaggio. Il Foggia è sceso in campo con un nuovo modulo, il 4-3-1-2 e qualche novità: Iemmello e Rizzo dal 1′, Kragl e Gerbo ai lati della difesa.

“Abbiamo cercato di vincere la partita fino alla fine. Aver cambiato qualcosa nel modulo è stato utile. C’è rammarico però per i 2 punti persi e per tutto quello che abbiamo creato specie le due grandi occasioni che potevano darci il vantaggio – ha dichiarato Grassadonia nel post gara riferendosi al palo di Chiaretti e alla traversa di Mazzeo -. Andiamo avanti, questo è un punto che ci deve dare fiducia. Abbiamo lavorato 20 giorni sul cambio modulo, mi interessava vedere l’atteggiamento dei giocatori in campo. Sono forti, questa squadra può far tutto. Oggi abbiamo cambiato pelle” – ha ribadito il tecnico -. Al 65′ espulso Agnelli, il capitano ha lasciato i suoi in 10. Il tecnico rossonero è corso ai ripari mandando in campo Carraro e Gori.”Quando siamo rimasti in 10 ho preferito rinforzare il centrocampo con Carraro e poi ho inserito Gori al posto di Iemmello per avere maggior ritmo -ha spiegato -. Lo Spezia ha fatto la partita così come l’abbiamo fatta noi. Siamo in crescita, senza penalità saremo in linea alla corsa play-off. Normale che ora dobbiamo solo uscire dalla zona rossa, sapendo che qualcosa ci verrà restituito”.