“Foggia, vincere per lavorare con serenità”. Grassadonia chiede più malizia ed attenzione

“Dobbiamo essere bravi a farci trascinare dalla nostra gente”, il tecnico dei rossoneri carica l’ambiente alla vigilia del match contro il Brescia

Domani allo Zaccheria arriva il Brescia prima della lunga pausa che allontanerà i rossoneri dal campo per due settimane. La squadra di Gianluca Grassadonia è reduce dal pareggio a Cittadella, ma è tanta la voglia di riscatto e di risalire al più presto in classifica. “Ci sono buone sensazioni, domani ci aspetta un’altra partita importante ed intensa – ha dichiarato il tecnico alla vigilia del match -. Manchiamo di malizia e attenzione, sono due aspetti che non devono mai mancare. Il dato dei gol subiti ci penalizza, lavoreremo su quello che è il problema principale. Dobbiamo vivere senza pressioni, dando sempre il massimo e grandi soddisfazioni ai tantissimi tifosi che ci seguono – ha continuato -. Al momento stiamo lavorando su altre situazioni tattiche. Col Brescia dobbiamo centrare la partita: vincere per continuare a lavorare con serenità. Dobbiamo, inoltre, essere bravi a farci trascinare dalla nostra gente”.

Turn over soddisfacente. “Finora ha dato risposte importanti. Il gruppo è in crescita, non ci sono primedonne. Zambelli (ex di turno) domani giocherà titolare”. Le prestazioni dei singoli: da Mazzeo a Ranieri. Il bomber salernitano è rimasto in panchina nella trasferta veneta, al suo posto è subentrato Gabriele Gori.“Non c’è mai stato alcun problema per Mazzeo – chiarisce l’allenatore -. Ha avuto delle occasioni, come il rigore a Pescara ad esempio, ma non è riuscito a segnare. Di certo deve rimanere sereno perché ha grande qualità ed esperienza. Tornerà a far gol tranquillamente”. Dalla Fiorentina in attacco c’è Gori. “A Cittadella ha giocato un’ottima partita. Deve migliorare nell’esperienza, ci tornerà utile anche con un modulo diverso. Agnelli invece, ha giocato al posto di Carraro perché avevamo due esterni offensivi come Cicerelli e Kragl ed avevamo bisogno di un maggiore equilibrio in mezzo”. Tra i giovanissimi c’è anche il difensore Luca Ranieri che proprio nelle ultime due gare si è ritagliato un posto importante: “E’ il giocatore che è cresciuto di più – spiega Grassadonia -. Quando è arrivato qui era un bambino, ha lavorato bene e con sacrificio si è ritagliato un posto da titolare. Deve continuare così perché è un giocatore di grande prospettiva”.

L’avversario: il Brescia. “E’ una squadra in piena salute con esperienza e giocatori dinamici e forti, da Tonali a Tremolada”. Poi due settimane di stop. “Sarà una sorta di ritiro per noi: lavoreremo sulla linea a quattro e permetterà a chi è indietro con la condizione fisica di recuperare. Uno tra tutti Pietro Iemmello. Dopo la sosta sarà disponibile dal primo minuto. Adesso sta lavorando bene, con attenzione e partecipazione. Lui è importante, ma come tutti” – ha chiosato Grassadonia -. Calcio d’inizio domani, alle 15.