Foggia, centro storico, trovata una testa di mucca sotto casa di un noto imprenditore

Il 9 giugno scorso la vittima aveva già subito dei danneggiamenti allo stesso portone, che era stato incendiato con un liquido infiammabile

Una testa di mucca mozzata, con un proiettile di kalashnikov calibro 7,62 conficcato al suo interno, è stata trovata questa mattina davanti al portone dell’abitazione dell’imprenditore Tullio Capobianco e di sua moglie Licia Centola in piazza Francesco de Sanctis nel pieno centro storico di Foggia.

I coniugi, partiti ieri, sono in vacanza in Francia. Il 9 giugno scorso lo stakeholder delle macchine agricole, concessionario esclusivo per il Sud per la New Holland aveva già subito dei danneggiamenti allo stesso portone, che era stato incendiato con un liquido infiammabile. Dalle telecamere si videro due ragazzi versare del liquido da un bottiglione. Agli agenti l’ex presidente del Foggia Calcio ha dichiarato di non essere mai stato raggiunto da minacce estorsive.

Sul nuovo fatto criminoso indaga la Squadra Mobile.



In questo articolo: