La gang che rapinava gli anziani malati, dialoghi shock: “Quella vecchia di merda? Le metto una mano in testa…”

Le carte dell’inchiesta/ A Manfredonia persino un colpo da 35mila euro. Nelle intercettazioni tutta la spregiudicatezza della banda. Colpite anche persone in stato vegetativo

Anziani, soli e alcuni dei quali non vedenti, non udenti e in stato vegetativo. Come la donna centenaria abitante in una zona centralissima di Manfredonia. Questo l’identikit delle vittime della gang di 20enni che ripuliva le abitazioni degli anziani, soprattutto nella città in riva al golfo. Ieri i carabinieri hanno arrestato ben cinque ragazzi, tutti pregiudicati, alcuni dei quali vicini a clan del Gargano. Dalle carte dell’inchiesta in nostro possesso, ecco emergere la spregiudicatezza di Tommaso Tomaiuolo, 22enne di Manfredonia; Michele Vairo, 20enne di Manfredonia; Raffaele Quitadamo, 25enne di Monte Sant’Angelo; Nicola Ciliberti, 20enne di Monte Sant’Angelo; Celestino La Torre, 24enne di Manfredonia.

Ecco alcune delle intercettazioni ambientali più rilevanti

Tomaiuolo: “Là pure da solo potresti entrare, quella non vede e non sente”

Vairo: “Ha il cemento a terra, non c’è nemmeno il pavimento. Là lo sai cosa sta solo? La consolle e il comò. La consolle la vendi per duemila euro e anche il comò… quella è una consolle antica manfredoniana”

Quitadamo: “Mannaggia San Matteo…”

Ciliberti: “Niente… niente?”

Quitadamo: “Nemmeno i soldi…”

Vairo: “Oh… io che tentavo di forzare la porta e quella stava aperta…”

Furto in pieno centro con l’aiuto del nipote della vittima

Tomaiuolo: “La voglio solo vedere, andiamo a fargli una visita… Celeste vai in piazza Duomo, dritto giù…”

La Torre: “Che ha i soldi la zia?”

Tomaiuolo: “Non lo so… no… però voglio vedere… voglio andare a trovarla… ha 102 anni…

P.M. (minorenne): “Alla faccia delle patate…”

La Torre: “Embè… devi andare a casa per vedere che ha 102 anni?”

Tomaiuolo: “Si, voglio andare a vederla…”

La Torre: “Ma è da sola… Cosimo (nipote dell’anziana, ndr)?”

Cosimo: “Si… adesso va via la badante… digli quanto è vecchia….”

Tomaiuolo: “È vecchia…”

La Torre: “Ce la fa a parlare?”

Tomaiuolo: “No…”

Cosimo: “È legata sulla sedia a rotelle…

La Torre: “È legata? Mi dispiace però…

P.M.: “Quanti anni ha Cosimo?”

La Torre: “Ha 102… un secolo di vita…”

La Torre: “Cosimo… ma stanno sicuro?”

Cosimo: “Si… lì deve avere i soldi oh… lì deve avere i soldi oh…”

Un colpo da 35mila euro

Tomaiuolo, Quitadamo e Ciliberti, durante una conversazione in auto del marzo scorso, si auguravano di perseguire risultati all’altezza di quello di circa un mese prima.

Tomaiuolo: “Il furto del mese scorso, abbiamo preso 35mila euro” (tre buste da 10mila euro più altri contanti in un comò, ndr)

Quitadamo: “Santo Matteo!”

Tomaiuolo: “Tutti a soldi… là c’è Michele, puoi chiedere… 35mila euro… nell’ultimo diretto del comò…”

Quitadamo: “Alla faccia del cazzo…”

Tomaiuolo: “Come sai che stanno i soldi?

Quitadamo: “Domanda a Fabio… là faceva le pulizie la mamma di Fabio… ha detto che in camera da letto è pieno di soldi… se tu ti fermi là e gli dice vedi che è successo una cosa a tua nipote… così… subito ti dà duemila euro… quella è piena di soldi”

Quitadamo: “Lo sai perchè dobbiamo fare qua? Perchè se quella non ha le chiavi… domani mattina…”

Tomaiuolo: “È lei…”

Ciliberti: “Quella vecchia di merda?

Tomaiuolo: “Si… ma senza farla male però…”

Ciliberti: “Gli metto una mano in testa…” incomprensibile…

Tomaiuolo: “No”

Quitadamo: “Non devi fare così Nicola… allora lo sai perchè?… se noi facciamo qua questa sera… è buono… perchè quella domani mattina chiama qualcuno e si fa cambiare le serrature… se per caso ha solo quella chiave… ti faccio un esempio…”

Tomaiuolo: “No… non ha solo quella… ha anche le altre…”

Quitadamo: “Bravo… incvece così… facciamo là…”

Tomaiuolo: “Parcheggia qua Raffaele così me ne vado direttamente da sotto…”

Quitadamo: “E non cambia la serratura… a che ora ci vediamo?”

Tomaiuolo: “Alle 22.30 – 23”

In un’altra conversazione Tomaiuolo si vantava di aver un certo controllo sugli anziani di Manfredonia: “Io ormai Manfredonia… l’abbiamo spezzata… tutti i vecchi… tutti i vecchi so…”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come