Unifg verso record immatricolazioni, ateneo punta a 10mila iscritti. Rettore: “Studenti credono in noi”

Alla data del 31 gennaio, per l’anno accademico 2017/’18 all’Università di Foggia risultano aver già adempiuto alle procedure necessarie per l’immatricolazione ben 3.386 nuovi studenti. Sebbene le immatricolazioni siano ancora in corso (specie quelle ai corsi di laurea Magistrale) e, dunque, il dato potrebbe far registrare un ulteriore incremento, per l’Università di Foggia va profilandosi un risultato di dimensioni straordinarie. Se non addirittura storiche.

Un risultato più facilmente comprensibile se confrontato con quelli degli anni precedenti. Ovvero, 3.386 immatricolati all’a.a. 2017/’18 significano ben 140 immatricolati in più rispetto all’a.a. 2016/’17, cioè rispetto all’anno del grande boom stabilito dall’Università di Foggia (celebrata su scala nazionale per un incremento di nuovi studenti pari al 41,2%: gli immatricolati allora furono 3.246, UniFg si piazzò al secondo posto tra tutti gli Atenei d’Italia in questa speciale graduatoria). Ma se sul dato dell’anno scorso ha inciso nella misura del 60% il debutto record del nuovo corso di laurea in “Scienze investigative” (con 597 immatricolati, per il resto anche gli altri corsi fecero registrare un buon incremento), su quello di quest’anno incide in misura nettamente maggiore la crescita di tutti gli altri corsi di laurea contenuti nel piano dell’Offerta Formativa UniFg (tant’è che, da quest’anno accademico, il Consiglio di Dipartimento di Giurisprudenza ha introdotto un “numero sostenibile” di studenti proprio per il corso di laurea in “Scienze investigative”). Infine, in quest’anno accademico, ha inciso positivamente anche il nuovo corso di laurea internazionale a numero programmato in “Scienze e Tecnologie Biomolecolari” (con 50 immatricolazioni e candidati provenienti da diverse regioni italiane).

Record assoluto
Con 3.386 studenti che hanno già pagato tramite il circuito Pago PA (il saldo della prima rata relativa all’immatricolazione, di fatto, coincide con l’iscrizione di uno studente presso un Ateneo), l’Università di Foggia si proietta verso il conseguimento del nuovo record assoluto (di settore) della sua storia ventennale: dall’autonomia a oggi. Quello precedente apparteneva all’a.a 2009/’10, con 3.339 immatricolati. Un record a cui – se dovesse essere confermato questo trend straordinariamente positivo, anche alla chiusura delle immatricolazioni – hanno contribuito in maniera determinante tutti i Dipartimenti: da Economia a Scienze agrarie, degli alimenti e dell’ambiente, da Studi umanistici. Lettere, Beni culturali e Scienze della formazione a Giurisprudenza (quest’ultimo, peraltro con numero di immatricolati in contro-tendenza rispetto al calo generalizzato registrato su scala nazionale tra tutti i Dipartimenti omonimi). Sostanzialmente invariati i due Dipartimenti di Area Medica (“Scienze mediche e chirurgiche” e “Medicina clinica e sperimentale”), proprio perché a numero programmato.

Il commento del rettore
Durante il mandato da rettore dell’Università di Foggia del Maurizio Ricci, questa è la seconda volta consecutiva che viene superata la soglia delle tremila immatricolazioni: nell’a.a. 2016/’17 e appunto nell’a.a. 2017/’18. «Per questo desidero sinceramente ringraziare la delegata all’Orientamento,  Lucia Maddalena, e la responsabile dell’Area Orientamento,  Rita Saraò – ha commentato il rettore -, così come tutti i docenti e tutto il personale tecnico-amministrativo, impegnato nell’azione di orientamento verso la nostra realtà universitaria. Chi sceglie l’Università di Foggia, lo fa convinto di riporre fiducia nella credibilità scientifica e didattica di un Ateneo vicino, che ha saputo creare e alimentare empatia con gli studenti e le loro famiglie. Al successo e alla credibilità di questo Ateneo, insieme con i rettori che mi hanno preceduto, Antonio Muscio e Giuliano Volpe, e la comunità accademica tutta, abbiamo ininterrottamente lavorato in questi anni: quel successo e quella credibilità sono e saranno la nostra scommessa etica e professionale anche per il futuro. Adesso queste prerogative ci vengono riconosciute anche dagli studenti e dalle loro famiglie, che evidentemente hanno creduto alla bontà del nostro Ateneo sul piano della qualità della ricerca scientifica, della didattica e dei servizi a favore degli studenti, per il cui miglioramento UniFg ha investito alcuni milioni di euro, ricavandoli dal proprio bilancio nonostante i tagli nei trasferimenti finanziari al sistema universitario nazionale. Un sincero ringraziamento, perciò, va rivolto alle studentesse e agli studenti, nonché alle loro famiglie che hanno creduto in noi”.

Gli Open Day
Il lavoro dell’Area Orientamento e Placement UniFg (con oltre 80 uscite all’anno verso istituti e licei di tutte le province limitrofe, coordinate e calendarizzate dalle dott.ssa Antonella Lisi; ed ancora la presenza a fiere specialistiche, incontri, orientamento ad personam, confronto e rilancio del placement) si sta traducendo in risultati mai ottenuti prima. Prossimi impegni dell’Area Orientamento e Placement UniFg quelli degli Open Day. Da quest’anno, sulla scorta dell’esperienza di alcune università italiane e straniere, la novità è rappresentata dall’Open Day Genitori: una giornata conoscitiva e di approfondimento riservata alle famiglie degli studenti. Il nostro intento – aggiunge la delegata all’Orientamento, Tutorato e Job Placement, Lucia Maddalena – è quello di mettere insieme le due anime del percorso universitario: quella dei ragazzi, che si affidano a noi, e quella dei genitori, che provvedono in solido a tutti i loro bisogni. Sono aspetti che, umanamente e socialmente, dobbiamo curare nel migliore dei modi, perché noi abbiamo a che fare con persone…, studenti e familiari, che rappresentano uno dei più importanti valori aggiunti della nostra comunità”.

Tornati a 10.000 studenti
Qualunque dovesse essere il dato definitivo delle immatricolazioni a.a. 2017/’18 all’Università di Foggia, che ribadiamo ad oggi – a procedure ancora aperte e quindi suscettibili di incremento – è di 3.386 nuovi studenti, l’Ateneo la cui autonomia è stata decretata il 5 agosto 1999 sfiora nuovamente quota 10.000 iscritti: quella che, fino a poco tempo fa, era la soglia di separazione, utilizzata dall’ANVUR, per la classificazione in Piccoli (al di sotto dei 10.000 iscritti) e Medi Atenei (al dei sopra dei 10.000 iscritti): un dato che restituisce, forse con maggiore efficacia, il processo di crescita e consolidamento dell’Università di Foggia sotto ogni profilo.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come