Soldi alla cultura in Puglia, benino Foggia e provincia. Ma Valle d’Itria e Bitonto sono lontani anni luce

Buone nuove dalla Sezione Economia della Cultura della Regione Puglia, dentro la cornice del Patto per la Puglia  ? Fsc 2014-2020, per l’Ambito Musica con avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo. Ieri è stata resa pubblica la graduatoria in base all’ordine di attribuzione dei punteggi assegnati da parte della Commissione di Valutazione, contenente i progetti ammissibili a finanziamento e quelli inammissibili per carenza di punteggio.

La provincia di Foggia, seppure sempre dentro una sperequazione di richieste, assai più numerose in terra di Bari, avrà un buon numero di finanziamenti, assegnati ad una serie di eventi e festival storici. Tra questi il Carpino Folk, quarto nella graduatoria regionale, con un contributo di 207mila euro circa. Settimo il Comune di Foggia con 395mila euro con un Ats di 4 mecenati locali per un progetto che si chiamerà Daunia Arte Musica Anima, ottava la rassegna lucerina del maestro violoncellista e divulgatore Francesco Mastromatteo associato con Opera per Musicalis Daunia che ha ottenuto 137mila euro.

Sorprende la Carovana Folkart di Deliceto, che si piazza nona con ben 125mila euro di fondi, mentre arrivano a Monte Sant’Angelo solo 164mila dei 267mila richiesti per FestambienteSud 2017/2019. “L’Arte in scena è Opera Divina” è il progetto cerignolano che ha ottenuto ben 263mila euro, mentre il Comune di Orsara di Puglia con le Contaminazioni culturali raccoglie oltre 250mila euro. Bocciati invece il San Severo Opera Festival e l’Invito all’Opera di Lucera.

I fondi giunti in Capitanata sono sempre poca cosa rispetto alla mole per il Festival della Valle D’Itria con 447mila euro o il Luce Music Festival di Bitonto o il Luce d’Oriente di Otranto. Su un totale di 8milioni e 350mila euro per la musica e lo spettacolo dal vivo, alla Capitanata sono arrivati 1 milione e 416mila euro.

Per l’ambito Teatro, dei 21 su 34 progetti ammessi a finanziamento, la provincia di Foggia è finanziabile (e ha partecipato) solo con 2: la Bottega degli Apocrifi e l’Unione Giovanile Troiana. 379mila euro per la compagnia manfredoniana monopolista del Teatro Dalla e 40mila euro per Troia Teatro Festival, la storica rassegna estiva dei Monti Dauni. Solo tre gli interventi regionali per la danza, per un totale di 753mila euro, con il finanziamento di due su tre, il ResExtensa di Bari e il Balletto del Sud di Lecce.