Blitz in frantoio oleario, scoperti sversamenti illeciti. Doppia operazione dei cc

Controlli agroalimentari nel settore oleario e ambientale in provincia di Foggia. In azione i militari del NIPAAF congiuntamente alle Stazioni Carabinieri Forestale di Serracapriola e Mattinata. La campagna di controlli è condotta con un duplice obiettivo: garantire la genuinità del prodotto particolarmente apprezzato sul mercato nazionale e tutelato dalla Denominazione Origine Protetta (D.O.P.) salvaguardando nel contempo gli interessi e la salute dei consumatori e il rigoroso rispetto delle norme ambientali a tutela dei corpi idrici e del paesaggio.

A seguito di questa intensa campagna di controlli anche ieri sono emerse diverse illegalità. Deferito il titolare di un noto frantoio oleario dell’Alto Tavoliere il quale, senza autorizzazioni ha sversato illecitamente le acque di vegetazione provenienti dal ciclo produttivo della lavorazione delle olive. Tale condotta, reiterata nel tempo, considerati gli elevati valori di BOD5 e di COD dei reflui oleari, li rende estremamente a rischio nel caso di un loro scarico in corpi idrici superficiali e profondi.

Nel campo della tutela del paesaggio sulla litoranea garganica è stato deferito all’autorità giudiziaria un altro soggetto, autore della realizzazione di un’opera urbanistica in area vincolata del tutto priva di autorizzazione paesaggistica, del permesso di costruire e in assenza del nulla osta degli enti preposti. L’attività di controllo continuerà nei prossimi giorni.