Migranti protestano in cattedrale a Foggia. “Intervenga Papa Francesco”

Il vescovo di Foggia, Vincenzo Pelvi, ha ricevuto in cattedrale circa 200 migranti che vivono a ridosso dell’ex Ghetto di Rignano. La protesta non violenta mira al miglioramento delle condizioni di vita. Non è la prima manifestazione del genere in città. Questa volta, tuttavia, sono state sottolineate alcune emergenze di particolare rilievo, come l’assenza di acqua per via dei tagli al servizio della Regione Puglia. A rispondere all'”occupazione” è stato don Daniele D’Ecclesia: “Adesso avete fatto la vostra occupazione, però noi siamo qui in una chiesa, non ci siamo sentiti rispettati. Anche perché la Caritas cerca sempre di aiutarvi, quindi avremmo voluto un dialogo, non una occupazione così. Penso che sia questa la strada giusta”.





Change privacy settings