Arriva Pelizzoli, Gerbo rinnova. Intanto Celli, Fedato e Calderini si presentano

Parte oggi per i rossoneri l’avventura nel campionato di Serie B. Questa mattina alle ore 9 squadra e staff tecnico si sono messi in viaggio alla volta di Castel di Sangro per l’inizio del ritiro estivo.

Ieri sera altri due i colpi di mercato messi a segno dal ds Di Bari e ufficializzati dalla società rossonera. Il portiere Ivan Pelizzoli, 37 anni, 281 presenze tra i professionisti, ha indossato in A le maglie di Atalanta, Roma, Reggina, Cagliari e Pescara, e in B Vicenza, Entella, ancora Pescara, Padova e Albino Leffe. Alle spalle anche una esperienza all’estero, in Russia, con il Lokomotiv di Mosca. Portiere di notevole esperienza è stato inserito dall’IFFHS (International Federation of Football History&Statistics) al 44esimo posto tra i migliori portieri della decade 2001-2010. “Quando sono stato contattato qualche settimana fa avevo qualche dubbio legato alla mia situazione famigliare – ha spiegato -. Ho 3 bambine che non mi possono seguire, ma poi ci ho pensato bene. Vado in una grande piazza, che ha entusiasmo, voglia di far bene, c’è un grande allenatore e Di Bari e Colucci sono due persone brave e competenti, non posso non andare. A Foggia non ho mai giocato, spero di giocarci presto. Poi, come tutti, ho guardato un po’ su internet, ho parlato con Beppe (Di Bari) che mi ha detto della voglia di calcio che c’è a Foggia e anche questo mi ha spinto. Arrivo con l’intento di dare una mano alla squadra e a chi scenderà in campo. Oggi mi devo rimettere in forma, devo lavorare bene in ritiro e poi darò una mano a chi giocherà, in allenamento normale che si va a 2000 all’ora e poi l’allenatore deciderà, sceglierà Guarna? Sono qui per dargli una mano, e farò il tifo per lui”.

Per Alberto Gerbo invece, ieri è stata la giornata del suo rinnovo in rossonero, il quarto di fila, con un contratto fino al 2020. 94 presenze in gare ufficiali e tre gol, tutti da incorniciare. “È quello che desideravo di più, visto che dal punto di vista calcistico Foggia rappresenta la tappa più importante della mia carriera. Amo questa città, la tifoseria, qui mi sento a casa, il prossimo anno diventerò un calciatore bandiera e, questo, mi riempie d’orgoglio”.

Intanto nella giornata di ieri sono stati ufficializzati anche tre dei nuovi acquisti: Alessandro Celli, Elio Calderini e Francesco Fedato, alla presenza del Presidente Lucio Fares e del Direttore Sportivo Giuseppe Di Bari. Forti motivazioni e grande voglia di far bene in una piazza molto calorosa come quella di Foggia, sono le prime dichiarazione dei nuovi arrivati. Calderini dice di sentirsi già parte dello spogliatoio. Grande protagonista della scorsa stagione a Fondi, un gol realizzato allo Zaccheria nel girone di andata, punto di svolta del campionato dei satanelli, e poi nella cittadina in provincia di Latina quando giocava contro la squadra che proprio quel giorno – il 23 aprile 2017 – festeggiava la promozione in B. Di proprietà della Sampdoria, nonostante i vari anni in prestito, Fedato si dice particolarmente contento di essere arrivato in una squadra che finalmente crede in lui.