Una città “indiavolata”: tutti in fermento per il salto in B. La festa in Piazza Cavour

Poche ore, ormai, al grande giorno. In città non si parla d’altro, in attesa di quel punticino che farà esplodere di gioia milioni di cuori rossoneri. Alle 14:30 il fischio d’inizio della partita Fondi – Foggia, con poco più di un migliaio di tifosi al seguito di Agnelli e compagni. Maxi schermi in città e le diretta su Telenorba e Sportube, i canali che faranno vivere il sogno dopo 19 lunghissimi anni. In queste ore la città – finalmente – si addobba a festa. Strade, balconi, piazze si colorano di rossonero con foto e striscioni dei beniamini satanelli. La festa vera e propria non partirà prima delle 21, fanno sapere dalla società. La squadra è attesa in piazza Cavour, dove sarà allestito un palco per i festeggiamenti. A seguire poi, ci sarà un pullman scoperto che farà un tour per le vie del centro. Fibrillazione anche in provincia. A Orta Nova, ad esempio, campeggia un mega striscione in centro raffigurante una grande B bianca sui colori rosso e nero. Intanto dal Comune di Foggia, per bocca dell’assessore Francesco Morese, invitano i cittadini ad avere “rispetto e cura della città, senza esagerazioni e danneggiamenti ai monumenti e agli arredi urbani”.

Mister Stroppa intanto, questa mattina, ha parlato come di consueto nella conferenza stampa pre gara. “È giusto che i miei ragazzi si godano il tributo della città, ma prima devono scendere in campo al 100% come hanno sempre fatto. Nella preparazione hanno dimostrato un’ottima professionalità sotto l’aspetto dell’impegno: sacrificio e corsa ad esempio, allo stesso modo delle altre settimane. L’altro giorno Deli ha avuto un risentimento all’adduttore e probabilmente non sarà disponibile fino a fine stagione – ha spiegato il mister -. Agazzi invece, sta benissimo, ha recuperato. In città, come giusto che sia non si riesce a pensare e parlare di altro se non di domani. Ma noi dobbiamo pensare solo al campo”.



In questo articolo: