Antimafia sequestra beni a criminalità foggiana: via immobili, terreni e conti correnti

Il Centro Operativo D.I.A. di Bari, coadiuvato dai carabinieri della Compagnia di San Severo, ha proceduto al sequestro, disposto dal Tribunale di Foggia, di numerosi beni siti nei comuni foggiani di San Severo, Orta Nova e Ordona, tra cui spiccano 11 terreni (totale 13 ettari), 7 immobili (2 appartamenti e 5 locali), 2 società, conti correnti, libretti di deposito e 16 mezzi (tra rimorchi, motrici, auto e moto), per un valore complessivo di circa 1 milione di euro.

I destinatari sono esponenti di spicco della criminalità foggiana: Leopoldo Cartanese, operante da circa un trentennio soprattutto nel territorio di San Severo e dedito principalmente al traffico di sostanze stupefacenti e rapine. 

A Cartanese, attualmente detenuto poiché colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Foggia nel 2016, per commercio, detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, sono stati sequestrati terreni, immobili, mezzi, società (inclusi i beni aziendali di una impresa individuale) e disponibilità finanziarie.

Colpito anche Gerio Ciaffa, operante nei territori di Orta Nova ed Ordona e già condannato, a seguito dell’operazione Black Land, alla pena di reclusione di 3 anni, 9 mesi e 10 giorni, per aver fatto parte di una banda dedita al traffico di rifiuti (sentenza confermata anche dalla I Sezione Penale della Corte d’Appello di Bari lo scorso 18 maggio).

L’odierna attività estende i precedenti sequestri effettuati a suo carico nell’ambito della suddetta operazione da parte della medesima Articolazione D.I.A. di Bari e riguarda nel complesso 79 terreni (per un totale di 179 ettari), 3 fabbricati rurali, 2 immobili (1 appartamento e 1 locale), 3 società, 6 conti correnti, 1 libretto di deposito, 1 polizza, 55 mezzi (tra escavatori, trattori, rimorchi, auto e moto).





Change privacy settings