Armati e pronti a svaligiare il Lidl, due stranieri fermati dalla polizia

polizia pistola lidl

Erano pronti a colpire il market Lidl di via Natola a Foggia. Per questo le volanti della polizia hanno fermato due ucraini. Nel pomeriggio di ieri, infatti, verso le 14, è giunta in questura una segnalazione da parte del personale del Lidl che segnalava l’atteggiamento sospetto dei due stranieri. Immediato l’arrivo della polizia che ha subito notato un uomo fermo vicino all’ingresso. A quel punto due poliziotti lo hanno fermato e perquisito. I sospetti si sono rivelati fondati. Infatti l’uomo, un ucraino di 45 anni, aveva celata nel marsupio una pistola calibro 8 con i numeri di matricola parzialmente cancellati e quattro proiettili calibro 6,35, di cui uno in canna. L’uomo era anche in possesso di un cappellino di lana, un punteruolo ed altri oggetti utilizzati per furti e rapine.

Due agenti hanno bloccato il 45enne mentre i colleghi sono entrati nel supermercato per fermare il presunto complice, ucraino di 33 anni incensurato, che in quel momento si trovava in coda alla cassa e che, stranamente, era proprio l’ultimo cliente. Gli investigatori hanno la netta convinzione che fosse tutto pronto per una rapina. Per questo i due sono stati segnalati alle autorità competenti e dovranno rispondere di tentata rapina e porto e detenzione di arma.



In questo articolo: