Vandalizzato centro disabili a Foggia, il sindaco: “Gesto di una gravità senza precedenti”

Atto vandalico Centro Diurno per Disabili 4

“L’atto vandalico che ha interessato il Centro Diurno per Disabili di viale Candelaro è un gesto inqualificabile e di una gravità senza precedenti, perché colpisce una struttura deputata ad ospitare cittadini diversamente abili, interrompendone, di fatto, l’attività. A loro e alle loro famiglie esprimo la mia solidarietà, personale ed istituzionale, e quella dell’intera comunità cittadina”. A parlare è il sindaco di Foggia, Franco Landella. “Non appena ho appreso la notizia mi sono recato personalmente presso la struttura, al fine di verificare i danni arrecati ed avere contezza diretta dell’accaduto, incontrando gli operatori del Consorzio Opus cui è stata affidata la gestione del Centro. Sono rimasto basito nel vedere fin dove la violenza ed il vandalismo possano arrivare – ha spiegato -, senza alcun rispetto per l’opera che questa struttura svolge e senza alcun rispetto per coloro i quali la frequentano quotidianamente. È ancor più grave che una devastazione del genere sia potuta avvenire senza che nessuno abbia visto o sentito nulla. Voglio ringraziare sin d’ora le Forze dell’Ordine che si stanno occupando della indagini e che, sono certo, riusciranno a risalire ai criminali che si sono resi protagonisti di questa vergogna che non esito a definire infame, proprio per la natura dell’oggetto dell’atto vandalico. L’amministrazione comunale, per parte sua, si impegna a ripristinare in tempi brevi lo stato dei luoghi e migliorarne ulteriormente le condizioni, così da permettere a fruitori del Centro di potervi far ritorno ed al Consorzio di riprendere già da lunedì la propria attività. Queste azioni non fiaccheranno in alcun modo l’impegno dell’Amministrazione comunale e del Consorzio Opus a favore dei cittadini diversamente abili, soprattutto in un quartiere difficile come quello all’interno del quale il Centro Diurno è collocato”.

Ad intervenire sull’episodio anche Lucio Ventura, componente della Commissione consiliare “Socio-Culturale”. “Mi associo alla solidarietà espressa dal sindaco Franco Landella alle famiglie dei fruitori dei servizi del Centro Diurno per Disabili di viale Candelaro, al Consorzio Opus ed agli operatori impiegati. L’atto di vandalismo che ha devastato la struttura è qualcosa che indigna e che può essere stato compiuto solo da chi è del tutto sprovvisto del più elementare senso civico, oltre che della più elementare sensibilità verso i diversamente abili della nostra città. Gli autori di questo gesto sono cialtroni, che spero possano essere rapidamente individuati e puniti in modo esemplare. Il lavoro di sostegno e di integrazione sin qui dimostrato nella collaborazione tra istituzioni ed operatori del settore non si fermerà, ma anzi andrà avanti con ancor maggiore impegno in una delle aree più difficili della nostra città. Da oggi tutti ci impegneremo in modo più intenso, dimostrando con i fatti che la solidarietà non può essere sconfitta da nessuna forma di violenza. È per questo che condivido pienamente la volontà del primo cittadino di ripristinare rapidamente l’agibilità della struttura, consentendo così la ripresa delle sue attività. A questo proposito -conclude -, anche in ragione degli atti vandalici che già nel recente passato hanno interessato l’area in cui è collocato il Centro Diurno per Disabili, avanzo formalmente la proposta di dotare la zona di un sistema di videosorveglianza, potenziando contestualmente l’attività di vigilanza. Proposta che porterò immediatamente all’attenzione della Commissione consiliare Socio-Culturale di cui sono componente”.