Il Foggia è poesia, vittoria e primato nella notte dello Zaccheria. 4 a 1 al Monopoli

IMG_3507

È un derby tutto pugliese quello della 10^ giornata di Lega Pro tra il Foggia e il Monopoli in uno stadio, lo Zaccheria, che ritrova finalmente i suoi tifosi sugli spalti, dopo le quattro giornate a porte chiuse. E per l’occasione, la curva sud si dà alla poesia: “Guardo la luna e mi lascio illuminare… esprimo un desiderio e lo lascio volare” recita lo striscione. Ma ora è tempo di giocare. I satanelli scendono in campo con l’ormai consolidato 4-3-3. Sanchez tra i pali, Angelo, Coletti, Martinelli e Rubin in difesa, Agnelli, Vacca, Gerbo a centrocampo, Mazzeo, Padovan e Chiricò in attacco.

IMG_3506

Parte carico il Foggia, gestendo sin da subito la palla e battendo il primo angolo che per poco non porta i satanelli in vantaggio. Al 10′ grande occasione per Padovan che da pochi passi calcia male e il pallone finisce sopra la traversa. S’infiamma lo Zaccheria. Bell’azione di Angelo, il brasiliano serve Agnelli che la gira a Padovan ma la punta non ne approfitta. Ma il gol è nell’aria ed arriva al 27′ con un gran tiro di Vacca. Esplode lo Zac. Pochi minuti e si raddoppia con la rete a firma di Matteo Rubin. Non succede più nulla fino al 45′. Tutti negli spogliatoi, Foggia 2 – Monopoli 0. Ospiti non pervenuti.

Inizia la ripresa con un cambio per i biancoverdi, entra Ferrara per Balestrero (in campo dal secondo tempo al posto di Gatto ma viene sostituito causa infortunio).
Al 60′, quando il Foggia sembra in controllo, il Monopoli accorcia le distanze con Montini. Foggia 2 Monopoli 1. Stroppa cambia. Esce Mazzeo entra Letizia. Ma è l’ex Juve, Padovan a scacciare gli incubi segnando la terza rete al 74′. A centrocampo Agazzi prende il posto di Gerbo e Sainz-Maza al posto di Chiricò mentre Zanin sostituisce Ricucci con Gomes Forbes. Proprio Sainz Maza nel recupero firma il definitivo 4 a 1.

Il Foggia riacciuffa la vetta a braccetto con il Lecce che nel pomeriggio è stato battuto 2 a 0 a Catania. 

 



In questo articolo: