Un chilo di droga nella stazione di Foggia, beccato extracomunitario grazie al fiuto dei cani

gdf inps

I finanzieri del Comando Provinciale di Foggia, nell’ambito di una decisa intensificazione delle attività di controllo economico del territorio, attuata in coincidenza dell’inizio della stagione estiva, hanno proceduto al sequestro di un chilogrammo di marijuana, rinvenuto in possesso di un cittadino extracomunitario fermato all’interno della Stazione Ferroviaria di Foggia. Più in particolare, durante uno specifico servizio, condotto nei pressi delle banchine ferroviarie della stazione con l’ausilio di unità cinofile specializzate e grazie proprio alla tempestiva segnalazione e al fiuto dei cani, è stato sottoposto a controllo un soggetto, di nazionalità maliana e senza fissa dimora, appena sceso da un treno proveniente da Crotone, in possesso di uno zainetto all’interno del quale è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro lo stupefacente, molto probabilmente destinato ad essere spacciato nelle piazze cittadine o in località turistiche del Gargano.

L’extracomunitario, quindi, è stato arrestato e condotto nel carcere di Foggia. Sempre nell’ambito dei servizi di repressione del traffico di sostanze stupefacenti attuati nei pressi della stazione ferroviaria, unità cinofile hanno pizzicato un altro soggetto di nazionalità marocchina, residente in Lombardia e gravato da specifici precedenti per spaccio, trovato in possesso di una modica quantità di hashish prontamente sequestrata. Gli accertamenti sulla persona hanno consentito di verificare che l’extracomunitario era già stato raggiunto da un decreto di espulsione dal territorio nazionale (decreto non rispettato), motivo per cui è stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Foggia per le incombenze di competenza.