Parcheggi selvaggi, raffica di multe a Vieste. Continua il contrasto agli abusivi in spiaggia

969575_10200956393544926_368511012_n

A Vieste, durante la stagione estiva, automobilisti ed anche autisti di autobus segnalano sulle provinciali 52 e 53, la presenza di numerose autovetture sulla sede stradale, sia da un lato che dall’altro, rallentando così notevolmente la circolazione ed in alcuni casi, creando un vero e proprio senso unico alternato molto pericoloso. I vigili urbani hanno sanzionato le autovetture in sosta irregolare ai sensi dell’articolo 157 commi 3 e 8 poiché in sosta fuori dal centro abitato, sulla carreggiata, poiché come previsto dal Codice della Strada vigente: fuori dai centri abitati i veicoli in sosta o fermata devono essere collocati fuori dalla carreggiata, ma non sulle piste ciclabili né sulle banchine, salvo diversa segnalazione; sulle carreggiate delle strade con precedenza la sosta è vietata.
La sosta su queste strade può risultare particolarmente pericolosa, poiché non vi è possibilità alcuna per i pedoni di camminare senza rischiare di essere investiti dalle numerose autovetture che transitano.

I punti più a rischio sono: SP 53 km 30 – Baia di Campi, SP 53 km 32 – Baia San Felice, SP 52 km 7,2 – ChiancaSP 52 km 7,8 – Poco prima della Baia di Sfinalicchio. “Da anni vengono sanzionate migliaia di autovetture in sosta irregolare, senza sconti per nessuno – spiegano dal comando di Polizia municipale -. Per evitare che detti comportamenti creino situazioni di pericolo, il Comando Polizia Municipale di Vieste in questo periodo dell’anno intensifica notevolmente il controllo delle litoranee e l’accertamento delle violazioni al codice della Strada, collaborando anche con altre forze di Polizia operanti sul territorio.

[wzslider autoplay=”true” info=”true” lightbox=”true”]

Ancora sequestri

IMG-20160805-WA0004Ieri mattina, gli uomini della Tenenza Carabinieri di Vieste comandati dal Tenente Stefano Angus Colusso e coadiuvati dal personale in forza al Comando Polizia Municipale di Vieste hanno effettuato in un perfetto gioco di squadra,
un servizio preventivo volto alla prevenzione e repressione di reati in spiaggia.

Sono stati identificati alcuni extracomunitari, anche al fine di verificare il rispetto delle normative in materia di marcatura CE, contraffazione dei prodotti e regolarità amministrativa. Venivano sequestrati occhiali da sole, costumi da bagno e articoli di bigiotteria etnica poichè venduti sull’arenile senza autorizzazione. Nel corso di tali controlli venivano sequestrati anche giubbotti e scarpe che risultavano avere impressi marchi contraffatti. E’ stato necessario l’intervento di un autocarro per trasportare tutta la merce presso la depositeria.

Un’operazione organizzata dal Tenente Stefano Angus Colusso nei minimi dettagli e che ha dato ottimi risultati. L’esito delle operazioni è stato comunicato immediatamente al sindaco Giuseppe Nobiletti che si è subito complimentato con il comandante la Tenenza Carabinieri di Vieste e con il comandante la Polizia Municipale di Vieste. Le forze dell’ordine si stanno veramente prodigando anche oltre l’orario di servizio per debellare una volta per tutte l’abusivismo commerciale in spiaggia, avvalendosi della preziosa collaborazione di alcuni cittadini volenterosi. Ancora una volta gli agenti del Comando Polizia Municipale di Vieste hanno approfittato per effettuare una capillare informazione in merito, ribadendo in spiaggia ancora una volta che acquistare merce contraffatta è vietato.