Due acquascooter fermati a Mattinatella, navigavano pericolosamente in zone vietate

acquascooter-2408

Nella giornata di ieri pomeriggio nell’ambito dell’Operazione nazionale denominata “Mare sicuro 2016”, il personale della Capitaneria di Porto di Manfredonia “Guardia Costiera”, in attività di vigilanza, a terra ed in mare, presso le strutture balneari ed il litorale del Circondario di Manfredonia ha intercettato, in località Mattinatella, due acquascooter che pericolosamente navigavano in zone vietate ed in orari non consentiti.
La Motovedetta della Guardia Costiera CP 717, allertata dalla Sala Operativa, in attività di pattugliamento e vigilanza ha fermato in prossimità del litorale adiacente la costa di Mattinatella le due moto d’acqua, provvedendo a sanzionare i conduttori.
“Si rammenta – spiegano in una nota – che l’articolo 9 dell’ordinanza numero 11 emanata in data 18 maggio 2009 dalla Capitaneria di Porto di Manfredonia, disciplina la fascia oraria per l’utilizzo delle moto d’acqua (acquascooter e affini); è vietato l’uso delle moto d’acqua nelle fasce orarie dalle 11:00 alle 13:00, e dalle ore 15:00 alle ore 17:00 e a distanza inferiore ai 500 metri dalla costa”.
Nella stessa giornata è stata inoltre sequestrata una rete da pesca tipo da posta priva di idonea segnalazione e, pertanto, pericolosa per la navigazione e per la balneazione. La vigente normativa prevede che le reti da posta, ai fini della sicurezza della navigazione e della salvaguardia della vita umana in mare, abbiano all’estremità dell’attrezzo, di giorno, dei galleggianti di colore giallo con bandiere mentre, di notte, fanali dello stesso colore visibili a distanza non inferiore a mezzo miglio.
Nella stessa giornata, il personale di terra della Capitaneria di Porto di Manfredonia, nell’ambito dei controlli in materia di conservazione dei prodotti ittici, diretti alla salvaguardia della salute pubblica e alla tutela del consumatore, ha espletato dei controlli presso i ristoranti dei vari stabilimenti balneari del luogo.
L’attività di Polizia, preventiva e repressiva, proseguirà senza sosta durante tutta la stagione estiva, ciò al fine di garantire la serena fruizione del mare da parte dei cittadini.