Pochi alunni, sui Monti Dauni spunta la prima “pluriclasse”. “Problemi per la formazione”

SCUOLA MEDIA PRIMO GIORNO STUDENTI PROFESSORI SCUOLA MEDIA VIA DEL VOLGA

“Per il prossimo anno scolastico a Roseto Valfortore, comune del Subappennino dauno, per via di un numero insufficiente di alunni è prevista per la scuola secondaria di primo grado la formazione di una pluriclasse, sopprimendo quindi una classe nel normale corso di studi e accorpando due classi con alunni di anni diversi”. A denunciarlo, il consigliere regionale Giannicola De Leonardis, che prosegue: “Si tratta di una scelta apparentemente obbligata, ma che non tiene conto della realtà locale, della mancanza di veri luoghi di aggregazione per i ragazzi, della distanza dai luoghi più vicini per svolgere attività sportive ed artistiche, e del significativo ruolo che quella scuola svolge per la formazione, la crescita e l’apprendimento, grazie al generoso impegno dei docenti e del personale, e la piena collaborazione delle famiglie. Se quindi avrebbe senso parlare in astratto di accorpamento di classi di alunni della stessa età e frequentanti la stessa annualità, la formazione di una ‘pluriclasse’ è destinata inevitabilmente a creare disagi, in particolare agli alunni. Per questo – conclude – auspico un intervento dell’assessore per il Diritto allo Studio, Scuola, Università e Formazione professionale Sebastiano Leo, per garantire la regolarità del nuovo anno scolastico senza stravolgere il regolare corso”.