Agguato in montagna, fotografo gambizzato vicino Manfredonia. In azione uomo incappucciato

polizia1

Agguato a Manfredonia, vittima un fotografo 40enne colpito a un polpaccio da una fucilata esplosa attraverso la porta del bagno. Il fatto è accaduto a Ruggiano, frazione di montagna a pochi chilometri dal centro sipontino. Un uomo incappucciato e armato di fucile calibro 12 ha sfondato la porta dell’abitazione rurale e si è diretto verso la vittima, che per mettersi al riparo si è rifugiato nel bagno dove è stato ferito. 
L’uomo, già noto agli inquirenti, all’inizio dell’anno era stato trovato in possesso di 5mila euro, tutte banconote macchiate di inchiostri di vari colori: banconote probabilmente rubate durante alcuni assalti a bancomat e danneggiate dagli appositi dispositivi macchia-soldi. Probabilmente la vittima doveva “ripulire” e quindi smacchiare il denaro. Il 40enne, sposato e con figli, al momento dell’agguato era solo in casa. Ora è ricoverato a Casa Sollievo della Sofferenza ma non è in pericolo di vita. Indagano gli agenti di polizia di Manfredonia.



In questo articolo: