Operatore della sosta “parcheggiava” i soldi in tasca, scoperta truffa ai foggiani. Ataf sospende lavoratore

Sospeso per aver truffato alcuni cittadini foggiani. È successo ad un operatore della sosta che si posizionava davanti ai parcometri riscuotendo personalmente il denaro. L’uomo sosteneva di avere ricevuto l’incarico direttamente dall’Ataf. L’azienda, scoperto il raggiro, ha quindi sospeso il lavoratore invitando i cittadini a diffidare di chiunque, pur indossando regolare divisa, si proponga a nome di Ataf SpA, in alternativa ai parcometri distribuiti nel territorio del Comune di Foggia e adibiti all’erogazione dei tagliandi di sosta.



In questo articolo: