Oltre una tonnellata di droga per soddisfare i clienti pugliesi. Arrestato uno spagnolo a Bari

Militari del Gico del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Bari, durante un piano di intensificazione dei servizi di controllo economico del territorio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei traffici illeciti, all’uscita del casello autostradale Bari nord della A14 hanno fermato un autoarticolato con targa spagnola adibito al trasporto di numerosi colli costituiti da pannelli in legno truciolare.

6394_foto 8

Dal controllo dei documenti di trasporto della merce, costituita da legno truciolare, destinata ad una ditta con sede a Parma sono emerse immediatamente evidenti anomalie in quanto il mezzo pesante non avrebbe dovuto trovarsi in territorio pugliese.

Grazie anche a unità cinofile del corpo, sono stati recuperati ben 1200 kg di hashish occultati fra le pile di pannelli in legno. Lo stupefacente, destinato a soddisfare le richieste del mercato pugliese in vista del periodo estivo, ha un valore all’ingrosso di circa 3,5 milioni di euro e, al dettaglio, avrebbe generato un introito illecito di oltre 13 milioni di euro. Lo droga è finita sotto sequestro insieme all’autoarticolato utilizzato per il trasporto e al carico di copertura. Arrestato e condotto nel carcere di Bari il conducente del tir, un 38enne di nazionalità spagnola, D.G.E., originario di Siviglia.

6394_foto 5