Puglia al setaccio, 915 carabinieri a caccia di reati ambientali e lavoratori irregolari. Scattano i sequestri

Negli ultimi tre giorni è scattato, in tutta la Puglia, un articolato servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato, soprattutto, al contrasto dei fenomeni criminali connessi all’inquinamento ambientale e al ciclo dei rifiuti. In particolare, il servizio si è concentrato su abusivismo edilizio, abbandono di rifiuti, scarico reflui nel suolo e nelle acque interne e costiere.

L’attività, disposta dal Comando Legione Carabinieri Puglia in collaborazione con militari specializzati dei Nuclei Operativi Ecologici per la Tutela Ambientale e dei Nuclei Ispettorati del Lavoro, ha visto impegnati 915 militari dei Comandi Provinciali di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto.

I 352 controlli effettuati si sono concentrati su centro di raccolta e smaltimento rifiuti, mezzi adibiti al trasporto di rifiuti, autodemolitori, centri di raccolta di materiale ferroso, aziende agricole, fabbriche e stabilimenti industriali. 10 sono state le attività dove sono state riscontrate inosservanze alle norme a tutela dell’ambiente.

In ambito regionale complessivamente sono stati sequestrati per inosservanza delle norme a tutela dell’ambiente 1 centro di raccolta e smaltimento rifiuti, 2 autodemolitori e centri di raccolta materiale ferroso, altre 7 attività di vario genere, per un valore pari a oltre 600mila euro.

Nello stesso ambito sono stati eseguiti controlli sul rispetto delle norme poste a tutela della regolarità del lavoro e della sicurezza dei lavoratori:

–          10 le attività nelle quali è stata riscontrata la presenza di lavoratori irregolari, di cui 2 nel settore agricolo, 5 nel settore commerciale, 2 nel settore turistico e 1 in quello imprenditoriale, per un totale di 20 lavoratori irregolari rintracciati;

–          7 le sanzioni amministrative contestate per un ammontare di oltre 76mila euro e 2 le attività per le quali è stata proposta la chiusura.

Nell’ambito dei predetti controlli, sono stati anche seguiti servizi di controllo della circolazione stradale e di contrasto ai fenomeni dei furti e della ricettazione nonché dello smercio di stupefacenti, pervenendo ai seguenti risultati:

–          18 sono state le persone arrestate di cui 10 in flagranza di reato e 8 i soggetti arrestati su ordinanze di custodia cautelare per reati vari;

–          1 kg di droga è stata sequestrata tra cocaina, eroina, hashish e marijuana;

–          25 armi da fuoco, 5 armi bianche e 400 munizioni sequestrate;

–          3337 persone identificate e 2410 i veicoli controllati;

–          334 le contravvenzioni al Codice della Strada elevate di cui 9 le patenti di guida e 31 i documenti di circolazione ritirati, 32 gli auto-motoveicoli sequestrati e 19 quelli recuperati;

–          212 perquisizioni personali, veicolari e locali eseguite.

In particolare a Bari e Province di Bari e Bat:

–          6 sono state le persone arrestate per reati vari di cui 3 in flagranza;

–          9 le denunce a piede libero di cui 6 per reati in materia ambientale;

–          69 i centri di raccolta e smaltimento rifiuti, autodemolitori, fabbriche e attività ispezionati e 6 quelli risultati irregolari e sottoposte a sequestro, per un valore di circa 100 mila euro.

Relativamente ai controlli della circolazione stradale

–          615 persone identificate ed 423 i veicoli controllati con 46 perquisizioni personali e veicolari effettuate;

–          50 le contravvenzioni al Codice della Strada elevate, 2 le patenti di guida e 5 i documenti di circolazione ritirati, 7 gli auto-motoveicoli sequestrati e 11 quelli recuperati.