Disabile nel mirino di una baby gang. Picchiato e derubato anche nella sua abitazione

I carabinieri di Triggiano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza con la quale il GIP del Tribunale per i Minorenni di Bari ha disposto la misura cautelare del collocamento in comunità, richiesta della Procura per i Minori a carico di quattro giovani 16enni di Triggiano.

I carabinieri di Triggiano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza con la quale il GIP del Tribunale per i Minorenni di Bari ha disposto la misura cautelare del collocamento in comunità, richiesta della Procura per i Minori a carico di quattro giovani 16enni di Triggiano.
Grave il contesto emerso dalle indagini, infatti i ragazzi avrebbero preso di mira un 44enne disabile, che è stato trascinato in un incubo iniziato il 2 dicembre scorso, quando la vittima è stata derubata in una circostanza del portafogli contenente 250 euro e una carta bancomat.
L’episodio è stato solo l’inizio di una vera e propria escalation criminale. Infatti, il gruppo si sarebbe presentato il 16 gennaio scorso presso l’abitazione del malcapitato forzandone la porta d’ingresso con un piede di porco. Fatta irruzione, il povero disabile è stato bloccato, malmenato e nuovamente derubato di 220 euro e del nuovo bancomat con relativo p.i.n., con il quale vennero prelevati poco dopo, ben 600 euro.
Alla fine il coraggio di denunciare è prevalso e il 44enne disabile si è rivolto ai carabinieri di Triggiano esponendo i fatti in modo preciso e consentendo la puntuale ricostruzione della vicenda che ha indotto la Procura per i Minori di Bari a richiedere ed ottenere il provvedimento cautelare.