Centro Linguistico di Ateneo, la formazione dei docenti di tutta la Puglia affidata all’Unifg

Nei giorni scorsi si sono svolti gli esami attraverso cui ben 67 docenti di materie non linguistiche delle scuole superiori di tutta la Puglia…

Il rettore, Maurizio Ricci

Nei giorni scorsi si sono svolti gli esami attraverso cui ben 67 docenti di materie non linguistiche delle scuole superiori di tutta la Puglia hanno ottenuto l’abilitazione ad insegnare il CLIL – acronimo, ancora poco noto in Italia, che sta per Content and Language Integrated Learning –: un metodo di insegnamento destinato a generare una piccola rivoluzione nel sistema di istruzione delle scuole superiori italiane, a partire già dai prossimi mesi. Il Content and Language Integrated Learning è il metodo in cui l’insegnamento di una materia non linguistica (per esempio matematica, scienze o storia) viene impartito anche in una lingua straniera, nel caso specifico della Puglia nella lingua inglese.
Dal prossimo anno scolastico (2014/15) sarà dunque obbligatorio, nelle scuole superiori italiane, che almeno una materia non linguistica venga insegnata in lingua straniera (le modalità cambieranno a seconda del tipo di istituto). Il compito di formare i docenti nella metodologia CLIL, per tutta la Puglia, è stato attribuito al Centro Linguistico di Ateneo dell’Università di Foggia, diretto dal Christopher Williams che è anche Delegato del Rettore appunto per il CLA.

“Sono stati ripagati i sacrifici compiuti dal CLA dell’Università di Foggia, il fatto che siamo stati noi a coordinare questa formazione destinata ai docenti ci riempie di orgoglio e di gioia. La conoscenza delle lingue è un dato imprescindibile per la formazione dei nostri laureati, figurarsi per i docenti: per cui essere stati messi al capo di questo complesso processo di formazione e di rinnovamento rappresenta per noi una piccola conquista – dichiara Christopher Williams – un dato su cui investire soprattutto per il futuro del Centro Linguistico di Ateneo”.

Terminati i corsi di metodologia, con il riconoscimento della certificazione della conoscenza della lingua inglese al Livello C1 del “Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue” (il C1 è fra i più alti gradi di conoscenza della lingua nella gamma di livelli), i 67 docenti della Puglia rappresentano adesso il primo gruppo in Italia ad aver raggiunto il traguardo avendo completato, con successo, l’intero percorso metodologico e linguistico. Anche il Rettore dell’Università di Foggia, Maurizio Ricci, ha espresso la propria «felicitazione per il traguardo raggiunto dal CLA, segno che le risorse investite sia per il Centro Linguistico di Ateneo sia per un più ampio processo di internazionalizzazione dell’Ateneo sono state risorse spese bene”.