Lucera, Dotoli non si scompone. Il centrodestra riparte da lui: “Niente proteste e schieramenti improbabili”

“Il centrodestra lucerino, non trovando convergenze con le forze politiche impegnate nel prossimo turno di ballottaggio. continuerà a sostenere Pasquale Dotoli”.

“Il centrodestra lucerino, non trovando convergenze con le forze politiche impegnate nel prossimo turno di ballottaggio. continuerà a sostenere Pasquale Dotoli”. E’ la posizione delle forze escluse dal ballottaggio dopo un confronto con le liste, gli eletti in consiglio comunale e le forze in campo.

“Dopo una competizione elettorale tutt’altro che scontata e forti dei risultati ottenuti- aggiungono- ribadiamo che siamo per un sistema fondato sul confronto di programmi, idee e proposte e che non ci interessano le mere proteste o le aggregazioni incompatibili”. Quindi né con Tutolo né con Bizzarri né con le altre forze politiche impegnate l’8 giugno, la coalizione del sindaco uscente “va oltre”, cioè continuerà a sostenere Pasquale Dotoli “convinti che da lui si possa ripartire per rilanciare il progetto dei moderati lucerini”.

“Il consenso ottenuto anche da chi era alla prima esperienza elettorale -5,3% per Ncd, 13,5% per Fi e uno dei risultati migliori in tutta la Capitanata per Movimento Schittulli 3,4%-  dimostra la piena azione di responsabilità nell’offrire il proprio contributo al rispettivo partito con spirito di lealtà, concretezza e libertà”. In consiglio comunale la loro azione politica “sarà incentrata su atteggiamenti e comportamenti di responsabilità nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini”.