Giovane vita spezzata sul lavoro nel Foggiano, Stornara piange il 23enne Francesco Albanese

Calamita (Cgil): "Aveva tutta una vita da vivere, profonda sofferenza e cordoglio alla famiglia"

Un giovane operaio di 23 anni è morto in un incidente sul lavoro avvenuto alla periferia di Stornara nel Foggiano.

Stando alle prime notizie l’operaio era impegnato in lavori per la messa in opera di un impianto di irrigazione quando sarebbe stato travolto e schiacciato dal materiale accumulato sul bordo dello scavo.

Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri che stanno facendo verifiche per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Il giovane operaio morto nell’incidente sul lavoro di Stornara si chiamava Francesco Albanese e avrebbe compiuto 24 anni a marzo, tra pochi giorni. L’incidente si è verificato in località Contessa nelle campagne di Stornara. La ricostruzione precisa dell’accaduto è al vaglio dei carabinieri che sono sul posto per tutti gli accertamenti del caso. A dare l’allarme dopo l’incidente sarebbe stato un altro operaio che era con lui. Quando i soccorsi sono giunti sul posto per il giovane non c’era più nulla da fare. Chi lo ha conosciuto lo descrive come “un ragazzo d’oro che subito dopo il diploma ha iniziato a lavorare”. “Un esempio per tanti giovani della sua età”, ha raccontato un residente del posto.

Francesco Albanese
Cgil: “Ancora una giovane vita spezzata”
“Oggi una giovane vita purtroppo è stata spezzata per un’incidente sul lavoro nell’agro di Stornara. Si tratta di Francesco Albanese, un giovane di 23 anni che davanti a sè aveva tutta una vita da vivere”. Lo dichiara il coordinatore della Cgil 5 Reali Siti, Daniele Calamita.
“A nome della CGIL dei 5 Reali Siti voglio esprimere solo profonda sofferenza e cordoglio alla famiglia ed estendere questo sentimento a tutta la Comunità di Stornara. Non ci sono parole e non c’è altro da aggiungere, se non tanta tristezza e dolore”.

Articoli correlati

Ultime Notizie