Il “parlamentino” di Forza Italia si riorganizza in provincia di Foggia. Nominati i responsabili di dipartimento

Tutti i nomi e gli incarichi ufficializzati in una riunione di coordinamento provinciale

Prosegue la riorganizzazione di Forza Italia in Capitanata. Ufficializzati in una riunione di coordinamento provinciale tutti i responsabili di Dipartimento. Ad affiancare il coordinatore Raffaele di Mauro nell’esecutivo provinciale, oltre agli eletti di Forza Italia in Parlamento, Regione e Provincia, membri di diritto per lo statuto azzurro, ci saranno i coordinatori dei comuni superiori ai 30mila abitanti, il delegato del Movimento Giovanile Antonio Troiano – ventunenne mattinatese – il responsabile dei Seniores e consigliere comunale di Torremaggiore Matteo De Simone, i vice provinciali Mattia Azzone – consigliere comunale a Castelluccio dei Sauri -, Alessandra Matarante – vice sindaco di Lesina – e Pasquale Monteleone – consigliere a Torremaggiore, i delegati di settore, per l’organizzazione Rino Bisciotti, per la Comunicazione e i rapporti con la stampa Paolo La Torre, per la formazione Fabio Di Capua, per gli Enti locali Enrico Pellegrini, per i dipartimenti il sanseverese Mario Marchese e per le adesioni il cerignolano Savino La Guardia. 

Faranno parte dell’organo decisionale anche i dirigenti regionali del partito Francesco Battaglino di Stornarella, Rosa Caposiena anche in veste di Capogruppo di Forza Italia a San Severo, Antonio Ciarambino referente del Settore Giustizia di Forza Italia Puglia, il capogruppo comunale di Manfredonia Vincenzo Distaso, l’assessore lucerino Antonio Buonavitacola, la responsabile provinciale di Azzurro Donna Federica La Guardia e il tesoriere Antonio Quero.

Il parlamentino degli azzurri di Capitanata si completa con i responsabili di dipartimento veri contenitori del movimentismo politico forzista. Giovanni Izzi di Carapelle curerà i rapporti con i movimenti civici, ai viestani Ersilia Nobile e Maurizio Ursi rispettivamente i dipartimenti sanità e turismo, mentre Antonio Giangualano di Ischitella guiderà il dipartimento giustizia.

Il tema delle politiche sociali sarà curato dal foggiano Nicola Bruno, il dipartimento famiglia dal referente foggiano di “pro vita e famiglia” Simone Arcidiacono, l’attivissima consigliera comunale di Castelluccio dei Sauri Rina Capobianco curerà, invece, le pari opportunità, il mondo del volontariato e quello delle diversabilità, mentre il foggiano Raffaele Pepe coordinerà le politiche dell’immigrazione, dei gemellaggi e le esigenze delle periferie.

Le politiche agricole saranno curate dal consigliere comunale di Carapelle Andrea Agnelli, il vichese Michele Budrago si occuperà di affari costituzionali, mentre al consigliere comunale di Monte Sant’Angelo Felice Scirpoli saranno affidate le delicate tematiche del mondo dell’istruzione con Scuola e Università. L’avvocato di Rodi Garganico Alfredo Ricucci curerà il dipartimento di riferimento del vice premier Tajani, affari esteri e politiche comunitarie e Giovanni Danese quello sui temi della Sicurezza e della Difesa.

La cultura e gli eventi azzurri saranno affidate rispettivamente a Valerio De Angelis di Stornarella e Angelo De Cosimo di Foggia. L’attualissimo dipartimento delle infrastrutture e dei lavori pubblici vedrà la guida dell’ingegner Mario Distefano, già consigliere azzurro nel comune di Cerignola, mentre di Pnrr e politiche economiche si occuperà il commercialista Vincenzo Rosiello. 

Il dipartimento attività produttive e made in Italy sarà coordinato da Clelia Agnelli, mentre i rapporti con il mondo delle professioni e delle categorie produttive saranno curati da Antonio Bove. Delle istanze e delle esigenze dei piccoli comuni si farà portavoce il dipartimento assegnato all’assessore bovinese Michele Marseglia, mentre di servizi al cittadino di tutela dei consumatori e del mondo dell’associazionismo si occuperanno i foggiani Angelo De Cata e Francesco Russo.

Tutti i membri foggiani del coordinamento comporranno di diritto la segreteria cittadina del capoluogo di provincia che ha già iniziato i lavori preparatori per le comunali del prossimo autunno, seppur in attesa di conoscere il nome del coordinatore di Foggia città che completerà la riorganizzazione del partito.

“Una riorganizzazione – dice di Mauro – che premia l’appartenenza e che consente ai nuovi dirigenti di operare sui propri territori e nelle proprie aree tematiche con i crismi dell’ufficialità. Un coordinamento e un partito che restano aperti a quanti si vorranno avvicinare a Forza Italia riconoscendosi nei suoi valori conservatori, cattolici e liberali con la convinzione di essere centrale anello di congiunzione fra le diverse visioni nella coalizione di centro destra”.



In questo articolo: