Bonus trasporti, Ferrovie del Gargano fa chiarezza dopo le lamentele degli utenti: “Ecco come accedervi”

Aldo Pedale: “Avevamo la possibilità di non aderire, ma nonostante gli sforzi prendiamo fango. Siamo vicini agli utenti e disponibili a fornire tutte le informazioni necessarie”

Bonus trasporti, Ferrovie del Gargano fa chiarezza e cerca di far capire ai suoi numerosi utenti come funzione e quali sono le modalità per accedervi. In questi giorni era montata la rabbia dei passeggeri costretti ogni giorno a viaggiare per raggiungere i posti di lavoro o la scuola.

“Intanto – precisa il direttore di esercizio, Aldo Pedale – va detto che Ferrovie del Gargano poteva anche non aderire, invece abbiamo dimostrato che nonostante gli svantaggi che il tutto ci comporta, vogliamo ribadire la nostra vicinanza agli utenti. Veniamo da due anni catastrofici per il sistema trasporti, e FerGargano ancora oggi registra il -35% di ricavi di traffico rispetto al 2019, e che oggi per far fronte alla questione bonus abbiamo aggiunto una decine di persone a costo della’azienda  per l’emissione titoli di viaggio. Ma nonostante tutto prendiamo solo fango.Vogliamo ricordare – aggiunge  Pedale – che il Bonus è nominativo ed è utilizzabile per comperare un solo abbonamento mensile o annuale da acquistare nel mese in cui si è richiesto ed ottenuto, per un valore massimo di 60 euro, e il periodo di validità è limitato al mese solare di emissione. Il bonus è emesso accedendo al portale del Ministero (bonustrasporti.lavoro.gov.it) dopo aver eseguito l’apposita procedura. E per poter assicurare l’emissione degli abbonamenti agli aventi diritto, la nostra società ha predisposto una procedura chiarissima che tutti possono trovare sul nostro sito internet. Per il ritiro dell’abbonamento l’utente dovrà recarsi dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 16 presso la sede di Ferrovie del Gargano in via San Severo, 96 a Foggia, avendo cura di portarsi con sé copia di tutta la documentazione in precedenza inviata all’atto della compilazione del form. Non vedo tutta questa difficoltà”.



In questo articolo: