Visioni, sogni e coraggio: i foggiani premiati con l’Argos Hippium. Guest star Fausto Leali

Il cantante: “Sono onorato di ricevere il premio insieme a personaggi così illustri. Io a confronto ho scritto soltanto canzoni”

L’armonia della danza che si sposa con l’arte creando un suggestivo mix di eleganza e bellezza. Si è aperta così la 29esima edizione del Premio Argos Hippium nel Parco Archeologico di Siponto, da 15 anni location del riconoscimento che racconta le visioni, i sogni e il coraggio di chi è rimasto nella propria terra dimostrando come le cose si possano fare, ma che premia anche chi, pur essendo andato via, continua ad essere orgoglioso e rispettoso delle proprie origini.

Ed è stata proprio la bellezza il fil rouge della serata condotta dal giornalista Rai Emilio Casalini. “Il Premio Argos Hippium – ha dichiarato Casalini – è la dimostrazione di come si possa raccontare un territorio e la sua bellezza con la creatività, i sogni e un po’ di magia. Nel momento in cui si dà il giusto valore a ciò che abbiamo, anche le criminalità, le mafie e il ciarpame che ci circondano vengono spazzati via. Se salveremo la bellezza, lei riuscirà a salvare noi”.

A ricevere il Premio è stato proprio chi, in un territorio segnato da caporalato e illegalità diffusa nelle campagne, quotidianamente semina bellezza e relazioni, come Giuseppe Savino, fondatore di Vàzapp’, il primo hub rurale della Regione Puglia. Lo ha ricevuto insieme a chi resiste, seppur sotto scorta, ad una serie di attentati e intimidazioni come il manager della Sanità Luca Vigilante, amministratore delegato della Universo Salute-Opera Don Uva. Assente, per motivi strettamente personali, il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Giovanni Melillo che con una lettera si è detto “molto rammaricato di non aver potuto partecipare ad un Premio conferito a uomini e donne che quotidianamente si impegnano per promuovere, in una terra così martoriata da violenza e sopraffazioni, l’etica della legalità e la compiuta attuazione delle promesse costituzionali di libertà e progresso”.

Nel corso della serata, durante la quale non sono mancati momenti di spettacolo con la ballerina dell’Accademia della Scala di Milano Chiara Esposito e l’attore romano Marco Falaguasta, si è discusso di temi importanti come l’anoressia e l’obesità infantile.  Lo si è fatto con due premiati, lo psichiatra specializzato nei disturbi dell’alimentazione Leonardo Mendolicchio e l’endocrinologo del ‘Mayo Clinic’ in Arizona Eleanna De Filippis. 

A ricevere il premio anche Antonella Chiariello, Direttore Finanziario di Wella Italia; Vanessa Barbaro, biologa che ha scoperto un collirio anti-cecità che restituirà la vista a chi ha la Sindrome EEC; Gianluca Cordella, giornalista e firma di punta dello sport de ‘Il Messaggero’, Mario Fanizzi, Producer e Songwriter che vanta collaborazioni con Zucchero, Santana, Tom Jones, Renato Zero, Annalisa, Noemi, Elodie e Mario Biondi e che ha regalato al pubblico due brani al pianoforte. 

Tra i premiati della 29^ edizione anche il cantautore Fausto Leali, ormai foggiano d’adozione dopo il matrimonio con la vocalist foggiana Germana Schena. “Sono onorato di ricevere il premio insieme a personaggi così illustri, ha detto Leali. Io a confronto ho scritto soltanto canzoni”. Ed è stata proprio la sua voce, con i brani ‘A chi e ‘Mi Manchi’ a chiudere la serata. 

È stata un’edizione magica, conclude Lino Campagna, ideatore e organizzatore del premio. La cosa più bella è vedere i premiati scambiarsi numeri di telefono con la promessa di restare in contatto per dar vita a nuovi progetti che possano far luce sempre su quella bellezza che noi vogliamo e dobbiamo valorizzare insieme. Sapere che questo premio possa dar vita ad una rete di relazioni proficue, dimostra che abbiamo lavorato bene”.

Il Premio Argos Hippium è stato organizzato grazie al sostegno di partner privati e con il Patrocinio di Parlamento Europeo, Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese, Università di Foggia e Comune di Manfredonia.



In questo articolo: