Torna l’appuntamento goloso a Roseto Valfortore. Tutto pronto per la mitica “Sagra del Tartufo”

Durante la serata sarà possibile assistere alla dimostrazione dei Mastri Casari, un’arte ricca di aneddoti e segreti

Torna protagonista indiscusso, nelle tavole imbandite di Roseto Valfortore, il pregiato tubero estivo, il diamante della cucina, torna la golosissima Sagra del Tartufo. Il tartufo nero, detto anche “scorzone”, ha un sapore forte, con un retrogusto intenso e prolungato, una vera delizia per palati ‘educati’ alla salubrità e alla veracità dei sapori. A questa eccellenza rosetana, il piccolo borgo dei Monti Dauni dedica ogni anno una sagra che quest’anno si terrà venerdì 5 agosto 2022 a partire dalle ore 21:30.

Tra i vicoli del centro storico tutto in pietra (caratteristica l’arte degli scalpellini) a cura de La Locanda Di Tullio e Amalia, la serata proporrà cucina tipica rosetana con rivisitazione a base di tartufo, dall’antipasto del casaro ai nodini e al caciocavallo podolico al tartufo, soppressata e salsiccia locale, cavdedd ‘ndurat al tartufo e poi ancora orecchiette al tartufo, salsiccia alla brace con crema di tartufo, caciocavallo impiccato al tartufo e tanto altro ancora. Durante la serata sarà possibile assistere alla dimostrazione dei Mastri Casari, un’arte ricca di aneddoti e segreti che si tramandano da generazioni, mercatini con esposizione e vendita di prodotti a base di tartufo ed animazione musicale a cura della RetroGusto live band.



In questo articolo: