Condannato (ancora) l’ex giudice De Benedictis. Oltre 12 anni di carcere per la storia delle armi

È il secondo procedimento a carico dell’uomo. La stessa gup di Lecce gli inflisse 9 anni e 8 mesi di reclusione per corruzione in atti giudiziari

La gup del Tribunale di Lecce Laura Liguori ha condannato alla pena di 12 anni e 8 mesi di reclusione l’ex gip di Bari Giuseppe De Benedictis, accusato – in concorso con l’imprenditore agricolo Antonio Tannoia e il caporal maggiore capo scelto dell’Esercito Antonio Serafino – di traffico e detenzione di armi ed esplosivi, anche da guerra, del relativo munizionamento e di ricettazione.

La gup, al termine di un processo con rito abbreviato, ha condannato anche il co-imputato Tannoia alla pena di 12 anni e 8 mesi. Nei confronti del terzo imputato, Serafino, è stato ratificato il patteggiamento a 5 anni di reclusione. 

Questo è il secondo procedimento a carico dell’ex giudice barese, già condannato dalla stessa gup di Lecce a 9 anni e 8 mesi di reclusione per quattro episodi di corruzione in atti giudiziari relativi a presunte tangenti intascate in cambio di scarcerazioni. (Ansa).



In questo articolo: