Affigge manifesto contro fascismo e viene multato. Nobile: “Continuerò a chiedere rimozione di intitolazioni che infangano Foggia”

La domanda del giovane politico di Sinistra Italiana: “È più grave affiggere un foglio di carta o dedicare una stele o una via a complici e assassini del fascismo?”

“Parafrasando Brecht mi sono domandato quale trasgressione – intesa come violazione di una norma – fosse più grave tra affiggere un foglio di carta e dedicare una stele o una via a complici e assassini del fascismo. La risposta delle istituzioni si evince da questo verbale in cui mi si intima di pagare circa 60 euro”. Lo scrive sui social il foggiano Mario Nobile di Sinistra Italiana postando la multa recapitatagli dal Comune. La sua colpa? Aver affisso un foglio di carta per manifestare contrarietà alle intitolazioni dedicate a personaggi del fascismo.

“Non siamo sorpresi, anzi è proprio per questo che continueremo a chiedere al Comune di Foggia di rimuovere le intitolazioni a Postiglione, Almirante e Gentile, che infangano Foggia e la memoria di migliaia di persone uccise direttamente e non dal regime, e vietare l’occupazione di suolo pubblico, nella vana attesa che il Governo Draghi rispetti finalmente l’impegno di sciogliere per legge le organizzazioni neofasciste”. (In foto, Nobile e la multa)



In questo articolo: