Controllo mafioso allo Zuretti di Foggia, la situazione prende una brutta piega. “Cittadini minacciati e allontanati”

Sale l’allerta nella zona del parcheggio. Un foggiano: “Violenze verbali e intimidazioni da metodo mafioso. Stalli per le bici e accessi per i disabili inspiegabilmente preclusi all’utilizzo pubblico”

Al parcheggio Zuretti c’è un controllo mafioso del territorio. E si moltiplicano le segnalazioni dei cittadini che alla nostra testata segnalano alcune irregolarità. Qualche giorno fa una residente ci aveva parlato di vere e proprie “ronde” nella zona da parte di ignoti che sul monopattino intimano ai passanti di allontanarsi immediatamente dal parcheggio. In quell’area è in atto un contenzioso con il Comune relativo alla presunta proprietà privata dello spazio sopra al parcheggio. “Io abito nei pressi del Cafè Prestige e via Zuretti è una strada che percorro ogni giorno col cane – aveva spiegato una residente -. E ogni giorno, appena metto piede sul marciapiede, arriva la ronda sul monopattino che mi intima in malo modo di allontanarmi, negandomi il passaggio. Io puntualmente domando quale sia la normativa che mi vieta di passare su quel marciapiede e puntualmente non mi viene data una risposta adeguata”.

Un altro foggiano commenta: “Nonostante le segnalazioni di altri cittadini, la faccenda peggiora e prende una brutta piega. Violenze verbali e intimidazioni da metodo mafioso, diciamo le cose come stanno. Stalli per le bici e accessi per i disabili inspiegabilmente preclusi all’utilizzo pubblico”. Il cittadino ha anche scattato alcune foto fugaci dall’altro lato della strada: “Ma sono andato via quasi subito perché due balordi, che ho filmato, si sono avvicinati in maniera molto minacciosa“. La speranza dei residenti è che le autorità preposte intervengano al più presto per ripristinare la legalità nell’area.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: