Anomalie alle prove preselettive del TFA sostegno dell’Unifg, scoppia la rivolta: “Le domande vanno annullate come ad Enna”

I candidati hanno scoperto una stranezza procedurale e nelle loro missive intendono mettere al corrente tutta la cittadinanza “di quanto sta accadendo presso la Università di Foggia”

Sono decine le lettere firmate inviate alla nostra redazione dopo la prova d’ingresso al corso TFA sostegno di Foggia organizzato dall’Unifg. I candidati hanno scoperto un’anomalia e nelle loro missive intendono mettere al corrente tutta la cittadinanza “di quanto sta accadendo presso l’Università di Foggia”. La loro si preannuncia una class action contro l’Unifg.

Ebbene, secondo quanto scrivono, il giorno 9 giugno sono stati pubblicati gli esiti della prova preselettiva del II grado. Dalle notizie dei candidati è emerso che il test somministrato presso l’Università di Foggia era identico a quello somministrato ad Enna. Ma c’è una criticità tra le 60 domande del test.

Ed evidenziano: “L’anomalia è che ad Enna sono state annullate due domande, con conseguente attribuzione di punteggio, mentre a Foggia le stesse domande non sono state annullate e sono state ritenute valide. Abbiamo inviato numerose mail ai vari indirizzi UniFg, abbiamo telefonato per avere spiegazioni ma, ad oggi, nessuno risponde o prende in considerazione le nostre legittime richieste. Noi partecipanti al Tfa sostegno di Foggia chiediamo che vengano annullate così come è accaduto ad Enna”. (In alto, foto di archivio di concorso alla Città del Cinema)



In questo articolo: