Scirpoli prova a spodestare D’Arienzo: “Veniamo da 5 anni di buio. È tempo di guardare all’esigenza dei cittadini”

Si avvicina la sfida delle Comunali a Monte Sant’Angelo. “Con noi c’è anche il Movimento 5 Stelle. Non guardiamo all’ideologia politica”

Tra i comuni chiamati a rinnovare i rispettivi consigli comunali, anche quello di Monte Sant’Angelo, tra i più popolosi e importanti del Gargano. A contendersi la poltrona di sindaco, l’uscente Pier Paolo D’Arienzo del PD e Felice Scirpoli, ex segretario di Forza Italia, a capo di una civica composta oltre che dai partiti del centrodestra, anche da pezzi di sinistra e dal Movimento 5 Stelle.

Il nostro giro di interviste inizia proprio dal candidato della lista “A Monte”. “La mia candidatura – racconta Scirpoli – è nata dopo le continue sollecitazioni, non soltanto dei partiti politici, quanto dalla tanta gente comune che mi ha chiesto di mettermi a disposizione della comunità. I punti qualificanti del mio programma sono davvero tanti, ad iniziare dall’inclusione dopo cinque anni di buio. L’ultima amministrazione comunale ha il torto di aver chiuso il palazzo comunale ai cittadini di Monte e di essere stata lontana, senza mai aver ascoltato i bisogni dei tanti cittadini, dei commercianti, degli imprenditori che chiedevano semplicemente di essere ascoltati. E non lo dico io, è la città che lo dice”.

Scirpoli in questi giorni viene accusato di appartenere al passato, all’amministrazione che fu sciolta per presunte infiltrazioni mafiose. Immediata la replica. “Intanto non venne sciolta solo l’amministrazione, ma l’intero consiglio comunale dove all’epoca dei fatti sedeva l’attuale maggioranza. Ma sarà la storia a dirci perché andò a finire così. Oggi a noi interessa ben altro, interessa dialogare e confrontarci con i cittadini. Noi staremo sempre con la gente e siamo pronti anche ad affrontare le critiche che eventualmente ci saranno mosse. Noi non siamo una lista di centrodestra come qualcuno vuol far credere. Da noi ci sono tante persone che nel 2017 appoggiarono l’attuale sindaco. Con noi ci sono persone orgogliose di appartenere alla vera sinistra, e che io non condanno. Con noi c’è il Movimento 5 Stelle. Guardi, noi non guardiamo all’ideologia politica per amministrare la città, guardiamo alle esigenze dei cittadini”.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: