La piccola Faeto sconfigge gigante dell’eolico. “Otteniamo il giusto ristoro, sentenza fa da apripista”

Il sindaco Michele Pavia: “Fatto storico. Un’importante pronuncia per gli aspetti giuridici, utile anche per gli altri comuni dei Monti Dauni”

Svolta epocale nel mondo dell’eolico di Capitanata. Per la prima volta in provincia di Foggia un piccolo comune come Faeto sui Monti Dauni la spunta su una società del vento. Il Consiglio di Stato dichiara inammissibile l’intervento dell’ANEV, respinge l’appello incidentale della S.r.l. Erg Eolica Faeto, accoglie l’appello principale e, per l’effetto, in riforma della sentenza impugnata, accoglie il ricorso di primo grado del Comune di Faeto e di conseguenza, previa declaratoria della spettanza del diritto del Comune ad esigere le somme richieste, condanna la S.r.l. Erg Eolica Faeto al pagamento della somma prevista nell’art. 4 della convenzione, oltre interessi dal dì del dovuto e fino al definitivo saldo. Inoltre compensa le spese del doppio grado del giudizio, pone il pagamento del contributo unificato del doppio grado a carico, in via definitiva, della S.r.l. Erg Eolica Faeto. Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall’Autorità amministrativa.

Il Comune di Faeto sostiene che la S.r.l. Erg Eolica Faeto sia venuta meno ai propri obblighi contrattuali, omettendo di versare gli importi dovuti per complessivi euro 522.000 e giustificando il proprio comportamento con la pretesa di diminuire l’importo dei canoni pattuiti in conseguenza della riduzione numerica degli aerogeneratori installati. A parere dell’amministrazione comunale, infatti, l’importo dei canoni pattuiti rimarrebbe fisso come da convenzione e non subirebbe rimodulazioni di sorta. Invero, il Comune di Faeto aveva anche tentato di recuperare la somma in questione proponendo ricorso per decreto ingiuntivo, ma il giudizio di opposizione che ne era scaturito si era concluso con una pronuncia declinatoria della giurisdizione del giudice ordinario in favore del giudice amministrativo, poi effettivamente adito in riassunzione.

“Fatto storico – racconta a l’Immediato il sindaco Michele Pavia – che sancisce il pieno riconoscimento del diritto della comunità di Faeto ad ottenere il giusto ristoro sancito dalle compensazioni sottoscritte con gli operatori economici del settore. Un’importante pronuncia per gli aspetti giuridici che fa da apripista anche per gli altri comuni dei Monti Dauni”.



In questo articolo: