Pnrr, alla provincia di Foggia 9 milioni per le strade dei Monti Dauni. Oltre 4 per quelle del Gargano

Il finanziamento deve essere utilizzato non per fare una semplice manutenzione straordinaria ma per migliorare l’accessibilità

Ammontano a 9.080.100 euro per le strade delle aree interne dei Monti Dauni e a 4.076.100 euro per le aree interne del Gargano, per il periodo 2021-2026, gli importi erogati per la Capitanata a seguito del Decreto Ministeriale che ha operato il riparto della somma di 300 milioni di euro che saranno complessivamente investiti nel prossimo quinquennio con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità e la sicurezza delle strade delle “Aree Interne” italiane.
Si tratta di un fondo a valere sul Piano Complementare al Pnrr affidato alle Province (che ne sono i soggetti attuatori). Il finanziamento deve essere utilizzato non per fare una semplice manutenzione straordinaria ma per migliorare l’accessibilità delle aree interne e devono essere inquadrati in un piano organico rispetto alle condizioni “trasportistiche”.

Questi i Comuni interessati: Aree interne del Gargano con 5 comuni (Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Monte Sant’Angelo e Vico del Gargano); Aree interne Monti Dauni con 29 comuni (Accadia, Alberona, Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Biccari, Bovino, Candela, Carlantino, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Celle di San Vito, Deliceto, Faeto, Motta Montecorvino, Monteleone di Puglia, Orsara di Puglia, Panni, Pietramontecorvino, Rocchetta Sant’Antonio, Roseto Valfortore, Sant’Agata di Puglia, San Marco La Catola, Troia, Volturara Appula, Volturino).
“Un provvedimento importante che riconosce il ruolo sostanziale dell’Ente Provincia nel coordinamento dello sviluppo locale – dichiara il presidente della Provincia, Nicola Gatta –. Sono interventi che nei prossimi anni miglioreranno l’accessibilità e la sicurezza delle strade delle nostre aree interne che anche per i fenomeni di dissesto idrogeologico rappresentano una vera emergenza. Una rete viaria efficiente è indispensabile per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio”.



In questo articolo: