Da volontario semplice a presidente della Fondazione Antiusura Buon Samaritano, Chiappinelli: “Inizierò da parrocchie, studenti e carcere”

“Con le parrocchie abbiamo già programmato per settembre insieme alla consigliera Giusy de Girolamo, direttrice Caritas, un incontro con tutti i responsabili Caritas delle diverse realtà parrocchiali”

“Una cosa è fare il volontario, un’altra è essere presidente della Fondazione Antiusura, questo mio nuovo ruolo mi impegna tantissimo, anche perché sono un neofita, ho bisogno di verificare, accertare e studiare tante cose”. Si esprime così prima di far visita al vescovo di Foggia, Vincenzo Pelvi, il neo presidente della Fondazione Buon Samaritano, l’avvocato Giuseppe Chiappinelli, orientato insieme al nuovo Consiglio direttivo ad imprimere un nuovo corso alla istituzione benefica, per avvicinarla alle parrocchie, ai giovani studenti e all’istituto penitenziario.

“Abbiamo pensato di iniziare un nuovo corso, disponibile verso le famiglie, le scuole e anche verso il carcere. Abbiamo in mente alcuni progetti per i detenuti per inculcare loro i principi di legalità. Non abbiamo certo la pretesa di redimerli, ma vogliamo esserci. Con le parrocchie invece abbiamo già programmato per settembre insieme alla consigliera Giusy de Girolamo, direttrice Caritas, un incontro con tutti i responsabili Caritas delle diverse realtà parrocchiali, noi pensiamo che l’usura nasca dai piccoli prestiti chiesti da persone bisognose, che spesso si rivolgono in chiesa, alla Caritas. È lì che dobbiamo andare a pescare”.

Il presidente Chiappinelli a l’Immediato annuncia anche che presto sarà rinnovata la seconda edizione del finanziamento regionale sul microcredito, che nel primo anno pandemico ha dato fiato a circa 80 richiedenti tra famiglie e soggetti singoli per un valore totale di 150mila euro.