A Foggia è già Zeman mania, il boemo atteso a giorni in città. Prime idee di Pavone sul mercato

L’allenatore firmerà un contratto di un anno con opzione per il secondo. Il ds al lavoro a caccia degli uomini giusti per il 4-3-3 del tecnico. E Curcio scherza: “Dovrò rivedere la preparazione”

Pochi giorni ancora precederanno l’ufficialità dell’inizio della quarta avventura di Zeman sulla panchina del Foggia. L’allenatore boemo ha raggiunto un accordo con i vertici societari rossoneri, ma manca la firma del contratto che prevede un anno di ingaggio con opzione di rinnovo per il secondo. Il mister ideatore e protagonista di Zemanlandia sarà a Foggia nel prossimo fine settimana e sarà accolto dall’affetto del popolo rossonero al suo arrivo.
Il ritorno di Zeman ha avuto un effetto mediatico devastante: sul web impazzano i video del “Foggia dei miracoli” e la notizia è finita sulle prime pagine di tutti i giornali nazionali e internazionali, da Sky a Mediaset, da Ansa a Repubblica fino a L’Equipe francese.

L’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro, che sarà effettuata dal neo presidente Nicola Canonico entro il prossimo 28 giugno, potrebbe coincidere anche con l’annuncio dei primi colpi del calciomercato estivo. Per ora la società non ha fatto trasparire possibili trattative ed è partito tra i tifosi il toto nomi dei probabili acquisti. Sicuramente, saranno tesserati giovani promettenti scovati dal duo Zeman-Pavone e delle occasioni potrebbero nascere anche dal mercato degli svincolati. Attualmente, infatti, sono senza squadra calciatori che hanno disputato un ottimo campionato la scorsa stagione nel girone C e che potrebbero infondere la giusta dose d’esperienza al nuovo gruppo: tra tutti figurano Corapi, ex capitano del Catanzaro, Ilari, Bombagi e Santoro, ex Teramo.
Il Foggia, inoltre, ripartirà dalla fantasia e dalla tecnica di Curcio che, ieri, ha reagito all’arrivo di Zeman con una storia instagram nella quale, scherzosamente, si leggeva: “Qualcosa mi dice che devo rivedere la preparazione”.



In questo articolo:


Change privacy settings