Robot per bimbi disabili senza ricovero, la Regione punta su San Giovanni Rotondo

L’assessora al Welfare Rosa Barone, ha partecipato ad un incontro in videoconferenza con il Dipartimento alla Salute rappresentato dalla dottoressa Memeo e i genitori dei bambini disabili di San Giovanni Rotondo finalizzato a offrire la possibilità alle persone disabili di usufruire in convenzione in day service delle prestazioni riabilitative assistite da robot e con alte tecnologie innovative, senza l’obbligo di ricovero. Attualmente la prestazione è tariffata dal Servizio Sanitario Regionale solo in regime di ricovero e non in day service, mentre il servizio viene già erogato in via sperimentale e pacchetti di day service dagli Ospedali Riuniti di Foggia.

“Sono stata contattata tante volte dai genitori dei bambini disabili di San Giovanni Rotondo – dichiara Barone – che mi hanno segnalato il disagio che vivono dal 2013, quando la legge regionale ha stabilito che per poter usufruire dei Servizi del Centro riabilitazione ‘Padre Pio’, fosse previsto il ricovero sia per i piccoli che per un genitore che deve assistere il proprio figlio. Da allora queste persone chiedono che la normativa venga modificata, riconoscendo ai residenti il  ‘trattamento diurno’ come avveniva prima del 2013. Ora è tempo di dare loro una risposta: ringrazio il Capo Dipartimento Vito Montanaro e la Dott.ssa Elena Memeo per la disponibilità all’ascolto e l’operatività e per aver immediatamente preso in carico la segnalazione e individuato possibili soluzioni da percorrere”.