Niente mascherine, violazione del coprifuoco e assembramenti: volano sanzioni da parte dei carabinieri di Cerignola

Pizzicati anche 3 titolari di bar, per aver violato le disposizioni governative volte a contenere la diffusione del Covid-19

Nelle prime due settimane della Puglia in “zona rossa”, i carabinieri della Compagnia di Cerignola, durante i controlli volti a monitorare il rispetto delle prescrizioni imposte dall’emergenza sanitaria svolti nel territorio di competenza – che comprende Cerignola, Stornara, Stornarella, Ascoli Satriano, Candela, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, Anzano di Puglia e Monteleone di Puglia – hanno sanzionato 104 persone sulle complessive 1.110 sottoposte a controllo. Le principali violazioni riguardano il mancato utilizzo delle mascherine, la violazione del coprifuoco e l’inosservanza del divieto di assembramento. Sono stati sanzionati anche 3 titolari di bar, per aver violato le disposizioni governative volte a contenere la diffusione del Covid-19 ed, in particolare, per aver consentito la consumazione sul posto dopo le ore 18.00. I controlli saranno ulteriormente intensificati nei prossimi giorni, in vista delle festività pasquali.



In questo articolo: