Dalla Procura di Foggia al Csm, Alfredo Viola nominato segretario generale. “Personalità di rilievo, saprà valorizzare amministrazione giustizia”

Con riferimento alla nomina del dottor Alfredo Viola a segretario generale del Consiglio Superiore della Magistratura, il vicepresidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, ha dichiarato: “La nomina di Alfredo Viola a segretario generale del Consiglio Superiore della Magistratura è il riconoscimento alla cultura giuridica e al rigore professionale di una persona che ha caratterizzato in positivo l’esercizio della funzione giurisdizionale ovunque abbia lavorato, a partire dalla Procura della Repubblica e dal Tribunale di Foggia, dove ha cominciato e ha sviluppato il suo percorso di magistrato”. Viola, nato a Foggia il 7 dicembre 1961, ha prestato servizio presso il Tribunale di Foggia, prima quale sostituto alla Procura, dal gennaio 1994, e poi dal 2001 quale giudice, assegnato al settore penale. Nel 1998 ha svolto per alcuni mesi anche le funzioni di dirigente della Procura di Foggia.

“Oltre a indirizzargli le congratulazioni e gli auguri di buon lavoro – ha concluso Piemontese -, esprimo la certezza che, dall’alto di un organo di rilievo costituzionale così esposto sul perimetro che tiene in equilibrio i diversi poteri dello Stato, saprà cogliere e valorizzare il contributo che anche l’Amministrazione della giustizia deve dare alla modernizzazione dell’Italia”.