Foggia: servizio bidellaggio, la cooperativa sospende il servizio negli asili foggiani. “Il Comune non paga”

Costa all’Ente circa 50mila euro al mese ma è stato depennato in piena pandemia

I timori annunciati dalla cooperativa Astra che gestisce a Foggia il servizio di bidellaggio negli asili comunali diventeranno realtà da domani, per poi essere un problema serio per le famiglie foggiane da lunedì 15 marzo. La cooperativa, nei giorni scorsi, per mezzo del suo avvocato, dopo il silenzio del Comune di Foggia che non paga il servizio dal novembre 2020 adducendo come scusa l’interruzione del lavoro delle bidelle in due plessi su 10 causa Covid, ha chiesto la trasmissione della documentazione attestante la copertura finanziaria dell’appalto di bidellaggio delle scuole dell’infanzia comunali, di cui al contratto rep 10627 del 08.09.2017 in prorogatio alla cooperativa fino al 30 giugno 2021, avvisando che in mancanza della trasmissione della documentazione entro le ore 13 del giorno 12 marzo 2021, il servizio prestato dalla cooperativa sarebbe stato sospeso a decorrere dal successivo 13 marzo 2021.

Il Comune di Foggia, infatti, in piena pandemia ha depennato dallo stanziamento del bilancio il servizio di bidellaggio, che costa all’ente circa 50mila euro al mese. In questo modo la mancata erogazione per Astra si configurerebbe come debito fuori bilancio, con tutto ciò che questo ne consegue. Da qui la decisione di interrompere il servizio da parte della cooperativa.

Nella pec si legge: “A tutt’oggi, nonostante le sollecitazioni non è stata trasmessa alcuna documentazione né gli uffici comunali hanno tentato un qualsiasi approccio con la Cooperativa anche al mero fine della comprensione della vicenda, dimostrando così un completo disinteresse per la problematica ed una piena noncuranza rispetto all’esecuzione del servizio di bidellaggio come è dimostrato, peraltro, dal fatto che il Comune di Foggia non paga il servizio sin dal mese di dicembre”. Insomma il servizio di bidellaggio sarà sospeso fino al momento della trasmissione della documentazione attestante la copertura finanziaria dell’appalto in prorogatio.