Confindustria, il neopresidente Dimauro mostra vicinanza al suo concittadino Miglio. “La mia totale solidarietà”

Atto intimidatorio al primo cittadino di San Severo, il numero uno degli industriali: “Intimorire un sindaco equivale a cercare di colpire tutta una città”

“A nome di tutti gli associati di Confindustria sento di dover esprimere la più totale solidarietà al sindaco di San Severo, Francesco Miglio, per l’atto intimidatorio consegnato con il classico stile mafioso proprio di chi tenta di incutere timore e paura, con l’aggravante di consumare una azione così turpe e prava in chi riveste ruoli istituzionali”. Così il neo presidente di Confindustria Francesco Giancarlo Dimauro, all’indomani dei fatti intimidatori di cui è stato destinatario il sindaco della città di San Severo, Miglio.

“Come cittadino di San Severo credo di conoscere l’operosità di una comunità che può vantare profonde radici nei sentimenti democratici e di libertà individuale inclusivi di un naturale rigetto verso atti di viltà assolutamente inaccettabili – è il commento di Dimauro – soprattutto in una realtà territoriale difficile, spesso fatta segno di atti inconsulti. Ma la forte tempra democratica della comunità sanseverese e la vigile azione delle forze dell’ordine sapranno dare una risposta ferma ed intransigente”.
“A Francesco Miglio – conclude Dimauro – che è il primo cittadino di una collettività la cui stragrande maggioranza è composta da brava gente, va la mia più sincera vicinanza perché tentare di intimorire un sindaco equivale a cercare di colpire tutta una città”.





Change privacy settings