Pec antifrode: “Le Fonti Awards-Ceo Summit&Award” premiano lo Studio Miranda nel diritto assicurativo italiano

Dopo il riconoscimento ottenuto nel 2019 giunge una nuova ed ulteriore conferma del percorso di innovazione e professionalità portato avanti nei mesi difficili della pandemia

Dopo il riconoscimento ottenuto nel 2019 giunge una nuova ed ulteriore conferma del percorso di innovazione e professionalità portato avanti nei mesi difficili della pandemia. Nuovo importante e prestigioso riconoscimento per lo Studio Legale Associato Miranda. Dopo il successo ottenuto nel 2019, anche nel 2020 lo Studio Legale Associato Miranda ha partecipato alla finale di ‘Le Fonti Awards-Ceo Summit&Awards’, che seleziona le eccellenze della professione forense, ottenendo il premio come miglior Studio Legale dell’anno nell’ambito del diritto assicurativo in Italia.

Un obiettivo che conferma il ruolo dello Studio Legale Associato Miranda, ormai punto di riferimento nazionale in questo settore, reso ancor più qualificante dal contesto in cui è maturato. L’emergenza sanitaria legata alla pandemia, infatti, non ha mai in alcun modo interrotto l’attività dello Studio Legale, che ha saputo proseguire il suo lavoro e garantire la massima tutela e continuità operativa per le Compagnie Assicurative assistite.

“Un traguardo di cui siamo orgogliosi e che conferma il nostro impegno e la nostra passione – commenta l’avvocato Luigi Miranda, Managing partner dello Studio Legale Associato Miranda – oltre alla capacità di immaginare strategie innovative per una professione cui spetta il compito di saper affrontare e vincere le sfide della contemporaneità e della modernità”.

L’edizione 2020 de ‘Le Fonti Awards-Ceo Summit&Awards’ si è celebrata utilizzando gli strumenti della rete, nel rispetto delle norme anti-Covid e la sua cerimonia andata in onda ieri sera, a partire dalle 18.30 sul canale Le Fonti Tv’, all’indirizzo web www.lefonti.tv. E proprio il contesto pandemico è stato parte fondamentale delle valutazioni compiute circa la selezione degli Studi Legali ai quali assegnare un premio divenuto una certificazione di capacità e professionalità nel settore forense italiano.

Lo Studio Legale Associato Miranda è stato premiato ‘Miglior Studio Legale Boutique di eccellenza dell’anno in diritto assicurativo’ con la seguente motivazione: “ Per la qualità dei suoi professionisti, capaci di affrontare i casi, su ogni fronte, ed il rilevante impegno dello Studio nell’accrescimento nel portfolio di esperienze formative e professionali al fine di soddisfare costantemente le esigenze dei propri interlocutori, nella gestione delle questioni legali relative al diritto assicurativo”.

Attualmente lo Studio Legale Associato Miranda conta tre sedi (una a Foggia, una a Napoli e l’altra a Roma) ed è fiduciario sia in ambito penalistico che civilistico di primarie Compagnie di Assicurazioni per le quali collabora stabilmente con le rispettive unità nazionali antifrode. Ha inoltre un campo d’azione che spazia dalla Puglia alla Campania, dal Molise alla Basilicata, dalla Calabria al Lazio alla Sicilia, oltre alla Lombardia collaborando con le unità antifrode in diverse regioni, con particolare riguardo al Foro di Milano per tutti i processi di frode assicurativa.

“Nei mesi più difficili della pandemia, abbiamo costantemente operato affinché non ci fosse alcuno stop per le attività riguardanti le Compagnie Assicurative che seguiamo – spiega l’avvocato Luigi Miranda –. Nel 2020 ci siamo confrontati con uno scenario nuovo e complesso, avendo come dichiarata finalità quella di non sospendere la nostra attività e di garantire il massimo della tutela per i nostri clienti. In quest’ottica abbiamo elaborato strategie che permettessero di superate numerosi ostacoli , a cominciare da un più efficace utilizzo della Posta Elettronica Certificata da parte delle Compagnie Assicurative di cui siamo fiduciari, al fine di scongiurare pericolose paralisi e facendo in modo che tutto proseguisse nella più totale regolarità. Una procedura non tassativamente prevista dal Codice Penale ma che ha permesso di presentare querele per il reato di frode assicurativa in un momento in cui le restrizioni sanitarie impedivano perfino gli spostamenti fisici”.

“Rispetto a questa idea, per molti versi ardita, sono giunti numerosi atti del Tribunale di Milano e della Procura di Milano che hanno codificato l’iter da noi immaginato, assegnando alla PEC rango di abitualità nella fase emergenziale – prosegue il Managing partner dello studio Luigi Miranda -La stessa Camera Penale di Milano ha avallato questo modus operandi, determinando nel corso del primo lockdown un vademecum in tal senso. Siamo stati quindi antesignani circa una soluzione che ha incontrato l’accoglimento delle Compagnie Assicurative e che oggi garantisce a tutti gli effetti la regolarità dell’attività antifrode”.

“Siamo stati in grado di affermare un vera e propria rivoluzione su un terreno, quello delle truffe assicurative, che com’è noto costituisce un pesante fardello per le Compagnie e rappresenta un disvalore sociale soprattutto nel Mezzogiorno d’Italia – evidenzia l’avvocato Nicoletta Miranda, senior partner dello Studio Legale Associato Miranda –. La nostra presenza capillare sul territorio nazionale ed in particolare a Milano, dal momento che quello di frode assicurativa è un reato che si consuma per competenza nel luogo in cui le Compagnie allocano la propria sede legale, ci ha consentito così di realizzare un’innovazione di sistema fino a qualche anno fa semplicemente impensabile”.

“Il riconoscimento ottenuto in questo anno travagliato assume dunque un valore speciale e premia il sacrificio di tutti i componenti del nostro Studio Legale Associato, che colgo l’occasione per ringraziare, innamorati di questa straordinaria professione – conclude l’avvocato Luigi Miranda –. Un ulteriore tassello in un percorso di crescita che intendiamo continuare con ancor maggiore determinazione”.



In questo articolo:


Change privacy settings