Le strade della monnezza alla periferia di Cerignola. “La sera odori nauseabondi e puzza di bruciato”

La segnalazione di un lettore. “Scaricano davvero di tutto, come materassi, mobili vecchi, pneumatici, buste di spazzatura, materiale di scarto di lavori di edilizia come vasche da bagno, sanitari eccetera”

Spettabile Redazione, scrivo per segnalare un problema che incombe da diverso tempo, quale l’abbandono illegale di rifiuti nelle strade di periferia della città di Cerignola, strade rurali e complanari. Come ben noto, da metà ottobre 2020 è iniziata finalmente la raccolta differenziata anche nel comune di Cerignola, gestita dalla società TEKRA. Al di là dell’impegno che numerosi cittadini, o meglio la stragrande maggioranza, si impegni ad effettuare la differenziata, al tempo stesso vi sono cittadini che sversano e scaricano in maniera illegale, nelle strade di periferia e soprattutto lungo arterie delle complanari che costeggiano la S.S. 16, numerosi rifiuti ingombranti e non solo. 

Vi scaricano davvero di tutto, come materassi, mobili vecchi, pneumatici, buste di spazzatura, materiale di scarto di lavori di edilizia come vasche da bagno, sanitari ecc., componenti di carrozzeria e parti meccaniche di autovettura, plastiche, fusti contenenti liquidi e altro ancora. Il dato preoccupante è che non solo tali rifiuti non vengono rimossi da parte di chi avrebbe il dovere di farlo, ma tali rifiuti alla sera spesso vengono bruciati…, pertanto i roghi e la combustione di tali rifiuti sprigiona diossina, che viene respirata da tutti coloro che abitano nelle vicinanze e non solo…
Infatti è consuetudine avvertire verso sera nella città di Cerignola, una forte puzza di plastica e gomma bruciata, odori nauseabondi di puzza di bruciato, proveniente dai roghi di immondizia abbandonati nella periferia della città. Facciamo un appello affinché qualcuno ci ascolti, soprattutto le autorità preposte, si attivino celermente a far rimuovere tutti quei rifiuti abbandonati, perché prima si tolgono meglio è per la salute pubblica di tutti i cittadini di Cerignola,  che ormai da tempo sono costretti a dover sopportare e respirare sostanze tossiche sprigionate dalla combustione di quei materiali.
È un fenomeno preoccupante che si sta verificando nella città di Cerignola, cui servono provvedimenti urgenti,  a partire dalla rimozione di quei materiali che giacciono in strade di periferia. Le foto in alto riguardano la complanare che costeggia la SS16 denominata via Vecchia Barletta, percorribile in zona San Samuele da via Monte Pollino. Altre riguardano la complanare di via Padula.



In questo articolo:


Change privacy settings