Scuole e mercato chiusi a Monte Sant’Angelo, il sindaco: “Comprendo il dolore, ma la salute è prioritaria”

“So di mettere in difficoltà molti genitori che lavorano. Comprendo il dolore di tante famiglie. Condivido le preoccupazioni delle attività commerciali, stremate da un periodo di sacrifici e impaurite dall’ipotesi di altre chiusure. Mi dispiace per gli sforzi enormi che hanno dovuto compiere le scuole per poter garantire ai nostri figli la didattica in presenza. Non è stato sufficiente, purtroppo. La salute non può e non deve passare in secondo piano!”. Così Pierpaolo d’Arienzo, sindaco di Monte Sant’Angelo che annuncia in un videomessaggio sui canali social istituzionali del Comune la chiusura delle scuole e relativa didattica a distanza per tutti e la chiusura del mercato settimanale.
L’Ordinanza (la n. 96 del 12 novembre 2020) firmata dal sindaco, prevede, tra le altre cose: da venerdì 13 novembre e fino al 3 dicembre è sospesa l’attività didattica in presenza in tutte le scuole locali di ogni ordine e grado; sospeso anche il mercato settimanale del sabato, fatta eccezione per la sola vendita dei prodotti alimentari; il divieto assoluto di stazionamento nei pressi degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande se non per il tempo strettamente necessario all’acquisto con asporto dei prodotti; chiusa la Biblioteca comunale e l’accesso al cimitero per lo svolgimento dei riti funebri è consentito ai soli congiunti nel numero massimo di 15 persone.