“Limitare al minimo contatti sociali”, Emiliano pronto ad altre misure anti-Covid in Puglia: “Metà nuovi casi in famiglia”

“L’attenzione deve essere alta sia fuori sia dentro casa, con gli sconosciuti e anche con i propri cari. Perché questo virus è subdolo: almeno la metà dei nuovi casi si sviluppa a livello domestico, tra parenti e amici, appena si abbassa la guardia”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in merito alla pandemia di coronavirus che anche in Puglia sta registrando un aumento di contagi e ricoveri, dopo la denuncia della direttrice della Terapia intensiva del Riuniti di oggi.

“In questi giorni – spiega Emiliano – stiamo lavorando incessantemente con la Conferenza delle Regioni nel dialogo con il governo, e con i nostri dipartimenti, per attuare le misure più efficaci contro la seconda ondata Covid”. “Vi prego – è il suo appello – di fare particolare attenzione in questa fase.  L’uso corretto della mascherina, l’igienizzazione frequente delle mani, il distanziamento tra persone, restano le regole basilari per abbassare i rischi. E soprattutto è un momento nel quale dobbiamo limitare allo stretto indispensabile i nostri contatti sociali. Rispettare rigorosamente queste regole è l’unico modo per non mettere a rischio la propria salute e quella degli altri. E per evitare nuovi lockdown”.

“Abbiamo rafforzato tutta la rete ospedaliera, che diversamente dalla Fase 1 sta funzionando a regime, gestendo contemporaneamente anche i pazienti non Covid, ai quali stiamo assicurando il diritto alla salute, diversamente da quanto accaduto durante il lockdown – prosegue il presidente Emiliano – Si tratta di uno sforzo enorme, che per la prima volta stiamo affrontando. Come nuova è l’esperienza di tentare di far abbassare la curva dei contagi tenendo tutta la nostra società aperta e in funzione”. Emiliano annuncia anche ulteriori interventi di rafforzamento della rete ospedaliera anti-Covid in altre province, dopo l’attivazione di  posti nell’ospedale Miulli ad Acquaviva delle Fonti e nella Casa sollievo della sofferenza a San San Giovanni Rotondo.





Change privacy settings