Vieste tra cultura e rilancio della sanità, il sindaco: “Regione Puglia vicina come non mai al nostro territorio”

Comune di Vieste e Regione Puglia insieme per lo sviluppo della città. Ancora una volta il presidente Michele Emiliano e l’assessore al Bilancio, Raffaele Piemontese, hanno scelto Vieste per fare il punto della situazione sui vari progetti finanziati dalla Regione e che stanno facendo di Vieste una città turistica all’avanguardia. Una giornata interamente trascorsa a Vieste per la posa della prima pietra della Community Library nel Convento di San Francesco, definita dal sindaco Nobiletti “una delle iniziative culturali più importanti degli ultimi 50 anni, un’opera strategica per lo sviluppo culturale della nostra città”.
“La Community Library del Convento di San Francesco – hanno aggiunto Emiliano e Piemontese – è un luogo bellissimo che, grazie al finanziamento della Regione Puglia, diventerà presto un nuovo punto di incontro, di scambio e di azione collettiva. La Regione Puglia ha investito 120 milioni di euro nelle biblioteche di comunità, per noi significa investire sulle persone. Abbiamo inaugurato decine di questi luoghi in tutta la regione, dove persone di tutte le età possono finalmente trovare il doping reale di ogni essere umano: l’apprendimento”.
“Vieste – si legge in una nota inviata dal Comune garganico – fa ulteriori passi avanti anche nel campo della sanità e diventa punto di riferimento di tutto il comprensorio del Gargano nord con la nascita della cittadella della salute che con il nuovo poliambulatorio e il laboratorio di analisi va ad arricchire l’offerta sanitaria. Dopo l’elisoccorso, Vieste si arricchisce di altre importanti strutture, indispensabili per la salute dei nostri cittadini e dei tanti turisti che anche per questo motivo scelgono di trascorrere le vacanze nella nostra città”.
“Si tratta di un investimento in infrastrutture sanitarie di oltre due milione di euro – ha aggiunto l’assessore Raffaele Piemontese – che darà ai cittadini e ai turisti l’opportunità di essere curati al meglio in strutture moderne e accoglienti”.
La lunga giornata con le istituzioni regionali si è chiusa presso le segherie del Mandrione, finalmente riaperte e che presto diventeranno l’epicentro della filiera del legno grazie anche alla vicinanza con la Foresta Umbra ed altri importanti insediamenti boschivi. “Vieste – ha ribadito Nobiletti – oltre ad avere il litorale più lungo e ricco di spiagge, annovera nel suo ampio territorio anche boschi, pinete e foreste, a conferma della sua ricca biodiversità. Vedere riaprire un sito storico come il Mandrione ci riempie d’orgoglio, con la speranza di rivedere presto il ripristino della ferrovia Decauville che fino a qualche decennio fa collegava il cuore della Foresta Umbra al Mandrione. Oggi sarebbe bello rivedere quel trenino nuovamente in funzione, anche solo per fini turistici, dalla Foresta al mare e viceversa. Un grande ringraziamento alla Regione Puglia, vicina come non mai al nostro territorio”.


In questo articolo:


Change privacy settings