Regionali 2020, Emiliano tenta le ultime carte col M5S e si affianca a Decaro. Fitto perde Poli Bortone, ma recupera l’ultradestra dell’Altra Italia

Da Lecce arrivano news preoccupanti per Raffaele Fitto, l’ex senatrice Adriana Poli Bortone starebbe mettendo su un cartello elettorale con un suo referente

L’affaire Pisicchio, con l’avviso di garanzia ricevuto per voto di scambio, sta agitando parecchio le acque nel centrosinistra di Michele Emiliano, che però si è dotato di uno sponsor pesante. Il sindaco di Bari e presidente Anci Antonio Decaro sarà il responsabile della sua campagna elettorale e spazza via così ogni malinteso secondo cui l’ingegnere dei trasporti barese un tempo molto vicino a Matteo Renzi potesse non essere determinante nella battaglia di Emiliano contro il centrodestra di Raffaele Fitto. Come si sa, molti avevano indicato proprio Decaro per riunire in Puglia la coalizione di governo.

Intanto continuano i pressing di Giuseppe Conte, Nicola Zingaretti, Francesco Boccia e Luigi Di Maio per una convergenza dei pentastellati pugliesi alle ragioni di Emiliano. Al M5S è stata offerta la vicepresidenza in ticket e almeno due assessorati di rilievo, tra Ambiente e Agricoltura. Ma fonti parlamentari pentastellate fanno sapere a l’Immediato che ogni accordo è escluso in Puglia, Antonella Laricchia correrà da sola con le sue due liste.

Intanto nel centrosinistra sono tutti convinti che Alfonsino Pisicchio si candiderà comunque, non si perdono d’animo i suoi candidati di Capitanata, Gino Giorgione e Francesco Sderlenga.

Dovrebbe dimettersi domani invece Antonio Tutolo da sindaco di Lucera e aprire quindi la campagna elettorale per il Comune ad uno dei suoi fedelissimi tra Giuseppe Pitta, Fabrizio Abate e Francesco Di Battista. Non è ancora chiaro in quale lista correrà Tutolo, di sicuro non in Italia in Comune dei pizzarottiani dove in tanti ambiscono al secondo piazzamento dopo Rosario Cusmai.

“Le persone non sono birilli, tutti si candidano per avere buoni risultati, se cambia l’assetto legislativo con la surroga per i consiglieri nominati assessori, tutto cambia”, spiega un profondo conoscitore dei sistemi elettorali.

Da Lecce arrivano news preoccupanti per Raffaele Fitto, l’ex senatrice Adriana Poli Bortone starebbe mettendo su un cartello elettorale con un suo referente, per una candidatura a se stante nel centrodestra che potrebbe coagulare molta destra delusa e radicale, compresi gli attivisti dell’ultradestra di Vox Italia, il raggruppamento che fa capo al filosofo Diego Fusaro.

Stanno con Fitto invece gli animatori dell’Altra Italia, che in presenza del Segretario Nazionale Mino Cartelli, ha provveduto alla nomina di Antonio Rizzi, foggiano doc, come segretario cittadino di Foggia dello stesso movimento e ha ratificato di affiancare il candidato presidente Raffaele Fitto.

Puntare su Rizzi è una mossa particolarmente strategica, voluta fortemente dal segretario interprovinciale Saverio Siorini, che ha dichiarato: “Tonio è un personaggio che ha sempre aggregato cittadini imbavagliati dal sistema delle lobby di cortesia, rendendosi sempre disponibile, dando voce a chi non ha voce. Oggi, l’Altra Italia, quotato tra il 2,8 e 3,3 % , diventa determinante per il taglio alla vittoria del centro-destra, non possiamo che crescere”.





Change privacy settings